Codice ATECO per Lavorare da Remoto: ecco quello corretto

Codice ATECO per Lavorare da Remoto: ecco quello corretto. Il mondo del lavoro è cambiato radicalmente da alcuni anni a questa parte. Grazie allo sviluppo delle nuove tecnologie digitali le professioni informatiche si sono sempre più diffuse. Esiste oggi la possibilità di sviluppare alcune attività professionali anche lavorando da casa attraverso l’utilizzo del proprio PC. Lavorare da Remoto come Libero Professionista richiederà però l’apertura della propria Partita IVA. Durante questa fase uno dei passaggi più importanti sarà sicuramente la scelta del corretto Codice ATECO da utilizzare. Per procedere nel rispetto delle regole tributarie descriverò di seguito tutti i passaggi necessari per identificare il Codice ATECO corretto per Lavorare da Remoto.

Qualsiasi Libero Professionista che svolge la sua attività prevalente lavorando da Remoto, dovrà necessariamente aprire la propria Partita IVA.

Durante la fase di apertura della Partita IVA una delle decisioni più importanti da prendere sarà quella relativa al corretto Codice ATECO.

Tutti coloro che lavorano da remoto possono ottenere il giusto inquadramento professionale scegliendo il Codice ATECO più adeguato. Infatti grazie a questa scelta sarà possibile identificare e classificare tutte le attività svolte all’interno della propria professione e comunicarle all’Agenzia delle Entrate. Quest’ultima, sarà quindi in grado di inquadrare il contribuente e le attività che sarà possibile svolgere.

Sempre grazie al Codice ATECO sarà possibile individuare la propria Cassa Previdenziale di appartenenza dove dovranno essere versati i propri Contributi Pensionistici. Scegliendo il corretto Codice ATECO si potrà Lavorare da Remoto iscrivendosi in Gestione Serata INPS.

All’ interno della Gestione Separata INPS il contribuente verserà i propri Contributi Previdenziali in modo proporzionale al proprio fatturato lordo annuale, senza quindi alcun costo fisso annuale obbligatorio. Chiunque Lavorerà da Remoto  non andrà incontro a nessun pagamento in quota fissa come invece accadrà a tutte le categorie che richiedono iscrizione in Camera di Commercio. Lavorare da Remoto con il giusto Codice ATECO permetterà sempre di pagare i propri Contributi INPS in percentuale al proprio reddito lordo.

La percentuale stabilita per il calcolo dei propri Contributi Previdenziali è del 25,72%, che verrà applicata sull’ utile prodotto.

Un’ altra decisione che deve essere presa in sede di apertura della propria Partita IVA riguarda il Regime Fiscale al quale aderire. Esiste in Italia, dal 1 Gennaio 2016, un Regime che garantisce numerosi vantaggi a tutti coloro che vogliono Lavorare da Remoto: il Regime Forfettario.

Il Regime questo offrirà notevoli vantaggi fiscali e contabili a tutti i liberi professionisti  che lavorano da Remoto, ma per potervi aderire è necessario essere in possesso di alcuni requisiti.

Ho scritto un articolo molto approfondito sul Regime Forfettario che ne spiega le caratteristiche i requisiti ed i vantaggi se vorrai consultarlo potrai leggerlo qui: Guida al Regime Forfettario.

Piccola parentesi: da pochissimi giorni ho pubblicato il mio primo libro.

Si chiama Regime Forfettario 2019 ed è un manuale che ti spiegherà tutto ciò che devi necessariamente sapere prima di aprire la tua Partita IVA. Ti spiegherò anche come risparmiare migliaia di Euro in tasse ogni anno. È in vendita esclusivamente su Amazon sia in versione cartacea (14,90 Euro) sia in versione Ebook (9,90 Euro)

Vuoi conoscere meglio il Regime Forfettario?

Regime Forfettario 2020

La prima guida che ti spiega il Nuovo Regime Forfettario anche se non capisci nulla di Fisco

Lavorare da Remoto: il Codice ATECO

Analizzerò di seguito i Codici ATECO che è possibile scegliere per tutti coloro che vorranno Lavorare da Remoto.

All’interno della propria Partita IVA potranno essere inseriti i seguenti Codici ATECO:

  • 62.02.00 – Consulenza nel settore delle tecnologie informatiche
  • 62.09.09 – Altre attività dei servizi connesse alle tecnologie dell’informatica nca 

Grazie all’utilizzo di questi due Codici ATECO ogni contribuente potrà Lavorare da Remoto in regola con il fisco. Il primo Codice potrà essere utilizzato per consulenze su hardware, software ed altre tecnologie informatiche; si potrà anche effettuare progettazione di sistemi informatici utilizzando sempre questo Codice ATECO.

Il secondo Codice ATECO va utilizzato per tutte quelle attività che non sono invece comprese nel primo Codice ma che rientrano sempre all’interno della categoria informatica, come per esempio il recupero dati da computer danneggiati.

E’ sempre possibile utilizzare più Codici ATECO all’interno della propria Partita IVA; il Codice prevalente verrà inquadrato come primario mentre eventuali Codici aggiuntivi saranno considerati secondari. Potranno essere inseriti un numero massimo di 7 Codici ATECO, uno primario e sei secondari.

Mi auguro di aver risposto a tutte le tue domande in merito al Codice ATECO da utilizzare per Lavorare da Remoto. Se dovessi avere ancora qualche dubbio o se più semplicemente volessi ottenere dei chiarimenti sul Regime Forfettario non esitare a contattarmi e richiedi la tua Consulenza Gratuita. Ti basterà visitare il mio sito web www.regime-forfettario.it e compilare il form di contatto. Dopo poche ore sarò io stesso a  richiamarti per rispondere a tutti i tuoi quesiti.

Richiedi-Consuelnza-Gratuita

Commercialista per Lavorare da Remoto

Ho creato un Servizio di Contabilità gestito interamente Online per tutti coloro che vogliono Lavorare da Remoto. Ho scelto di specializzarmi in un unico ambito professionale, il Regime Forfettario, per poter offrire a tutti i miei clienti la massima competenza possibile. Utilizzando il mio servizio avrai a che fare con un vero e proprio esperto del Regime Forfettario. Effettuerò gli stessi compiti di un Commercialista “Classico” con la differenza che andrai incontro a delle tariffe davvero vantaggiose. Nello specifico mi occuperò di:

  • Aprire la tua Partita IVA
  • Gestire la tua Contabilità
  • Inviare la tua Dichiarazione dei redditi
  • Garantire un servizio di assistenza personale 365 giorni l’anno

La gestione completa della tua Contabilità costerà solamente 39 Euro al mese che potrai pagare con tre abbonamenti diversi: trimestrale, semestrale ed annuale. Ti ricordo nuovamente che avrai sempre la possibilità di richiedere la tua personale Consulenza Gratuita, dovrai solo cliccare qui.

Richiedi-Consuelnza-Gratuita

Ti ricordo inoltre che sarà possibile esprimere qualsiasi considerazione commentando l’articolo.

P.S. Esiste un gruppo Facebook creato da me, totalmente dedicato al Regime Forfettario. Se vorrai prendervi parte potrai iscriverti in qualsiasi momento, ti basterà cliccare qui 

A presto
Giampiero Teresi

Guarda il Video completo sul Regime Forfettario 

Video Regime Forfettario

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.