Mettersi in proprio a 40 anni: guida apertura Partita IVA Forfettaria

Mettersi in proprio a 40 anni è possibile?
Togliamo subito ogni dubbio: sì è possibile. Ci sono molti casi di imprenditori che hanno iniziato la propria attività oltre i 40 anni ed in alcuni casi anche molto dopo questa età.

Ciò significa che non bisogna per forza essere giovanissimi per essere intraprendenti, anzi. Ti spiegherò come sfruttare a tuo vantaggio l’età un po’ più matura: ecco 4 skills che ti torneranno utilissime.

Inoltre, troverai interessanti informazioni sull’apertura della Partita IVA Forfettaria 2019 per chi desidera mettersi in proprio a 40 anni.

Mettersi in proprio a 40 anni: 4 skills su cui concentrarsi

Non è semplice immaginare di aprire una propria attività, non lo è mai, ma ancor di più se si hanno 40 anni, magari si ha famiglia e la vita ha ormai preso una certa piega.

Gli obblighi sembrano troppi per potersi permettere di mollare tutto e monetizzare la propria passione … ma proviamo a vedere se J.K. Rowling è d’accordo.

Cito lei perché è l’esempio di persona che non ha mai mollato la propria passione, fino ad arrivare a 40 anni a cogliere l’occasione d’oro: una casa editrice si è interessata al suo libro e ha creduto in lei.

Stiamo ovviamente parlando di Harry Potter, libro (anzi libri, visto che è una saga) famosissimo di cui tutti abbiamo sentito parlare. Non è di certo questo l’unico caso di chi ha fatto un “colpaccio” e va ricordato che in tutti i casi si tratta di imprenditori.

Infatti, tra gli uomini più ricchi del mondo difficilmente si trovano sportivi famosi o personaggi del mondo dello spettacolo, mentre molto più spesso si tratta di imprenditori, in alcuni casi partiti con pochissimo.

Torniamo a noi: come trasformare l’età (nel caso dei 40 anni) in un vantaggio? Ecco a voi la risposta per mettersi in proprio a 40 anni ed iniziare a monetizzare le proprie passioni.

#1. Esperienza

1 → La prima skill su cui possiamo concentrarci è sicuramente l’esperienza. Infatti, una persona di 40 anni ha sicuramente alle spalle molte più esperienze di un ragazzo di 20 e potrà sfruttare questo bagaglio come vantaggio.

Sia l’esperienza professionale che quella di vita rendono un adulto molto più consapevole e all’altezza di intraprendere un’attività propria.

Per esempio, potrebbe essere un grande vantaggio il fatto di aver lavorato come dipendente, perché solo lavorando “sotto” qualcuno ci si può rendere conto di cosa sia richiesto, di quale atteggiamento debba tenere un capo o un dipendente, di quali siano le esigenze di un datore di lavoro e di quale esperienza sia richiesta.

Si sa infatti che, molto spesso, un capo che non è mai stato dipendente non può capire questi ultimi e non è in grado di essere un vero leader e di vedere positivamente riconosciuta la propria figura, professionale ed umana.

#2. Rete di contatti

2 → la seconda skill è legata alla rete di contatti che in anni di esperienza alle spalle ci si crea. Soprattutto, se sei una persona socievole, con una rete di conoscenze ed amicizie ampia, questo punto fa proprio per te.

Premettendo che dipende anche dal tipo di attività imprenditoriale che si esercita, spesso farsi conoscere ed avere una buona reputazione è fondamentale.

Dopo anni di esperienza si può essere più o meno noti per la propria bravura ed affidabilità, ma all’inizio bisogna partire da zero, o quasi.

Avere una rete di conoscenze importante può permetterti di non partire proprio da zero, ma di avere una prima possibilità lavorativa con persone che ti conoscono e, magari, ti apprezzano e stimano.

Racconta ad amici, parenti e conoscenti di ciò che stai per fare o stai facendo, rendili partecipi e ti stupirai di quanto grande possa essere l’opportunità che il passaparola ti regala.

Dai piccoli Comuni alle grandi città, un bravo imprenditore può basare sul passaparola buona parte della sua clientela, soprattutto quella iniziale.

#3. Senso di responsabilità

3 → la terza skill per chi desidera mettersi in proprio a 40 anni è il senso di responsabilità: un istinto spesso innato in molti esseri umani (non tutti) che però con l’età tende a crescere e ad essere determinante nelle scelte da prendere.

Infatti, mettersi in proprio e aprire la Partita IVA può essere una scelta fin troppo impegnativa, che rischia di essere discordante con le altre responsabilità: figli da mantenere e mancanza di certezza economica sono già una variabile enorme da considerare.

In più, la crisi che negli ultimi anni ha colpito moltissimi Paesi ha delle conseguenze negative soprattutto sulle piccole e medie imprese (spesso abbreviate nella sigla PMI), costrette a chiudere o a diminuire drasticamente il numero di dipendenti a causa della scarsa mole di lavoro.

In questo senso la responsabilità di un 40enne è diversa da quella di chi ha 10 o 20 anni in meno e l’adulto è in grado di reggerla ed addirittura trasformarla in un vantaggio, una sorta di presa di coscienza della propria saggezza.

#4. Resilienza

4 → la quarta skill si sintetizza in una parola forte ed efficace: resilienza. Questo termine, che può essere confuso con il termine resistenza ma ha un altro significato, si utilizza per spiegare la capacità di un soggetto di reagire ad eventi esterni traumatici.

Una persona di 40 anni sarà sicuramente più in grado di reggere i colpi che arrivano dall’esterno, dalle banali critiche ai mille problemi più seri di carattere burocratico, legale o qualsiasi altro tipo.

Infatti, è impensabile iniziare un’attività con la convinzione che l’idea di partenza resti invariata e che vada tutto immediatamente liscio, ci vuole un alto grado di resilienza.

Mettersi in proprio a 40 anni: come aprire la Partita IVA?

Hai 40 anni e hai deciso di fare il “salto”: lavorare in proprio richiede la necessità di aprire la Partita IVA e di adempiere alla normativa fiscale vigente.

Le “delicate” fasi di apertura della Partita IVA richiedono la consulenza di un Commercialista di fiducia. In ogni caso dovrai scaricare il Modello AA9/12 reperibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate e allegare i documenti (carta di identità in corso di validità, codice fiscale, etc.).

Lo step successivo è quello di scegliere il Codice ATECO per inquadrare correttamente la tua attività di business e scegliere il regime fiscale più conveniente.

Mettersi in proprio a 40 anni: perché conviene aprire la Partita IVA Forfettaria?

Devi sapere che se sei intenzionato di lavorare in proprio a 40 anni, dovrai aprire la Partita IVA e optare per il convenientissimo Regime Forfettario 2019.

Ma, occhio ai requisiti necessari! Devi sapere che dal primo gennaio 2019 se non supererai i 65.000 euro di ricavi, potrai scegliere il Regime Forfettario.

Sono stati aboliti i limiti differenziati in base al codice ATECO di riferimento, mentre rimangono i differenti coefficienti di redditività per il computo dell’imposta sostitutiva al 15% o al 5% (solo per i primi 5 anni di attività).

Quali sono i vantaggi derivanti dalla scelta del Regime Forfettario 2019?

Eccoli di seguito sintetizzati:

  • pagamento imposta sostitutiva del 15% (del 5% per i primi 5 anni di attività),
  • esonero delle scritture contabili sia ai fini IVA che reddituali,
  • nessuna qualifica di sostituto d’imposta dato che i titolari di Partita IVA Forfettaria non operano ritenute alla fonte.
  • esclusione dall’IRAP e dagli studi di settore/parametri.

Piccola parentesi: da pochissimi giorni ho pubblicato il mio secondo libro.

Si chiama Regime Forfettario 2019 ed è un manuale che ti spiegherà tutto ciò che devi necessariamente sapere prima di aprire la tua Partita IVA. Ti spiegherò anche come risparmiare migliaia di Euro in tasse ogni anno. È in vendita esclusivamente su Amazon sia in versione cartacea (14,90 Euro) sia in versione Ebook (9,90 Euro)

Vuoi conoscere meglio il Regime Forfettario?

Regime Forfettario 2020

La prima guida che ti spiega il Nuovo Regime Forfettario anche se non capisci nulla di Fisco

Mettersi in proprio a 40 anni: quanto costa il Commercialista?

Hai dubbi? Vuoi sapere quanto costerà la Consulenza di un Commercialista se decidi di metterti in proprio a 40 anni? Scopri il mio Servizio di Contabilità online a te dedicato.

Mi occuperò di tutto ciò che si occupa generalmente un Commercialista “classico”, ma il costo del mio Servizio sarà di soli 39 Euro al mese se opti per l’abbonamento trimestrale, 36 euro al mese se opti per l’abbonamento semestrale, 33 euro al mese se opti per l’abbonamento annuale.

Tramite il mio Servizio di Contabilità Online mi occuperò di tutto ciò di cui si occupa un Commercialista “classico”, ma, lavorando da remoto non ci sarà mail la necessità della presenza fisica. Nello specifico mi occuperò di:

  • Aprire la tua Partita IVA
  • Gestione la tua Contabilità
  • Inviare la tua Dichiarazione dei Redditi
  • Offrirti la mia Assistenza 365 giorni l’ anno

Se dovessi avere qualsiasi altro dubbio sulla Partita IVA forfettaria lavorare in proprio o se volessi ricevere maggiori informazioni sul mio Servizio di Contabilità Online, richiedimi una Consulenza Gratuita! Ti basterà richiederla sul mio sito www.regime-forfettario.it compilando il form di contatto con tutti i tuoi dati, sarà io stesso a richiamarti entro qualche ora!

P.S. Esiste un gruppo Facebook creato da me, totalmente dedicato al Regime Forfettario. Se vorrai prendervi parte potrai iscriverti in qualsiasi momento, ti basterà cliccare qui 

A presto
Giampiero Teresi

Guarda il Video completo sul Regime Forfettario

Video Regime Forfettario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.