Partita IVA Forfettaria per tatuatori

Che il tatuaggio sia diventata una moda ed una tendenza sempre più popolare e di successo non è una novità.

Sono molti i giovani che hanno la passione e la dote artistica di disegnare immagini o scritte su ogni zona del corpo.

E, sono altrettanto numerosi coloro che ogni anno si rivolgono ad un tatuatore per farsi tatuare un fiore, un animale, una scritta o ogni altro disegno decorativo che impreziosisca una parte del proprio body.

Via libera alla tattoo mania ed alla body modification che hanno perso ogni connotazione originaria negativa, per diventare un elemento di stile e personalità.

Anche i VIP e gli influencer si lasciano sempre di più sedurre dall’arte del tatuaggio e dei piercing, per questa la domanda in questo settore di business è sempre più crescente.

E, allora, data la premessa perché non intraprendere la professione di tatuatore Freelancer con Partita IVA? Quale Regime fiscale scegliere per l’anno 2019? Continua a leggere questa guida e scopri i vantaggi derivanti dall’apertura della Partita IVA Forfettaria per tatuatori.

Aspiranti tatuatori siete pronti? Carta e penna per prendere appunti.

Professione Tatuatore: un’opportunità business di successo

Sei un appassionato di tatuaggi? Ami esprimere la tua dote disegnando immagini e scritte su varie parti del corpo? Bene, allora sei capitato proprio nella guida giusta.

Il settore dei tatuaggi è sempre più un’opportunità di business per i giovani che decidono di mettersi in proprio e coltivare la propria passione.

Eh sì, quella del tatuatore sembra essere diventata una vera e propria nicchia redditizia che attrae i capitali dei neofiti e aspiranti tatuatori.

Il tattoo non conosce crisi e affonda le sue origini nella Preistoria quando gli ominidi decoravano il corpo per curarlo dalle malattie.

Anche gli Egiziani adoravano decorare il proprio corpo con i tatuaggi che erano considerati un emblema con valenza religiosa.

Con il trascorrere dei millenni e con l’evoluzione dei bisogni, i tatuaggi si sono trasformati in una vera e propria forma di espressione artistica e, oggi, in un vero e proprio trend.

Dapprima in Oriente e poi in Occidente negli USA e anche sul Vecchio Continente, gli studi di tatuatori si sono diffusi a macchia d’olio e continuano a proliferare e a riscuotere grande successo, grazie ad una domanda vitale.

I numeri parlano chiaro: il business del tatuaggio e del piercing è una vera e propria nicchia redditizia che attrae capitali e assicura interessanti rendimenti economici.

Quali sono i requisiti necessari per diventare tatuatore? Scopriamoli!

Come diventare tatuatore: i requisiti

Prima di aprire la Partita IVA per tatuatori, è necessario assicurarsi di essere in possesso di tutti i requisiti necessari.

Come per il parrucchiere e per l’estetista, la professione del tatuatore deve essere svolta in condizioni di igiene e sicurezza.

Per questo, è necessario seguire il corso di formazione per tatuatori accreditato dalla Regione prima di mettersi in proprio.

I corsi per tatuatori si tengono con cadenza annuale e hanno una durata di 90 ore ed un costo medio di 1.800 euro.  

Ma, frequentare un corso di tatuatore non è assolutamente sufficiente, è uno solo un primo passo per tutti coloro che decidono di intraprendere questa professione.

Infatti, per costruirsi la propria nicchia di mercato occorre specializzarsi in un determinato stile di tatuaggio: tatuaggi celtici, tatuaggi a fiori, lettering tattoo, skull tattoo, etc.

Oltre alla teoria, occorre tanta pratica! Per questo, è bene effettuare un tirocinio formativo presso uno studio di tatuatori prima di mettersi in proprio.

La Circolare 05.02.1998 n.2.9/156 contiene tutte le linee guida del Ministero della Sanità per l’esecuzione delle procedure di tatuaggio e piercing in condizioni di sicurezza.

Aprire la Partita IVA per tatuatore: step

Una volta verificato il possesso dei requisiti necessari, per aprire la Partita IVA per tatuatore, occorre trovare un locale adeguato allo svolgimento dell’attività ed acquisire tutti gli strumenti di lavoro necessari (aghi sterili, macchinari, etc.).

Dovrai ottenere tutte le autorizzazioni sanitarie rilasciare dall’ASL per svolgere ad hoc la professione di tatuatore.

Per svolgere l’attività di Freelancer devi necessariamente aprire la Partita IVA: rivolgiti ad un esperto Commercialista che ti segua step dopo step e ti sappia consigliare ad hoc.

Aprire la Partita IVA non prevede costi e può essere effettuata velocemente: occorre scegliere il Codice ATECO corretto per identificare l’attività di tatuatore. Per l’attività di tatuaggio e piercing, il codice è: 96.09.02.

È poi necessario scegliere il regime fiscale più conveniente e procedere con l’iscrizione alla previdenza sociale.

L’attività di tatuatore necessita dell’iscrizione alla Camera di Commercio ed è assimilata a quella di artigiano.

Per questo devi iscriverti alla sezione INPS dedicata ad artigiani e commercianti.

Tatuatore: quale regime fiscale scegliere?

Quale Partita IVA per giovani conviene scegliere? Devi sapere che dal primo gennaio 2019 aprire la Partita IVA è ancora più conveniente grazie alla possibilità di optare per il Regime Forfettario al 5% e al 15%, se dimostri di aver maturato ricavi o compensi non superiori a 65 mila euro.

L’imposta unica al 5% per i primi 5 anni di attività è riservata agli imprenditori e lavoratori autonomi che aprono per la prima volta una Partita IVA.

Il Regime Forfettario per i tatuatori comporta innumerevoli vantaggi e benefici:

  • versamento di un’unica imposta “sostitutiva” che sostituisce tutte le altre imposte pagate come Irpef, Irap, addizionali, ecc.,
  • esonero dall’obbligo di fatturazione elettronica,
  • esonero dall’applicazione della ritenuta d’acconto,
  • esonero dall’applicazione dell’IVA,
  • esonero dalla registrazione delle fatture e dei corrispettivi.

Piccola parentesi: da pochissimi giorni ho pubblicato il mio secondo libro.

Si chiama Regime Forfettario 2019 ed è un manuale che ti spiegherà tutto ciò che devi necessariamente sapere prima di aprire la tua Partita IVA. Ti spiegherò anche come risparmiare migliaia di Euro in tasse ogni anno. È in vendita esclusivamente su Amazon sia in versione cartacea (14,90 Euro) sia in versione Ebook (9,90 Euro)

Vuoi conoscere meglio il Regime Forfettario?

Regime Forfettario 2020

La prima guida che ti spiega il Nuovo Regime Forfettario anche se non capisci nulla di Fisco

Costi Commercialista per Tatuatore

Temi che il costo del servizio di consulenza del Commercialista possa erodere i tuoi guadagni? Beh, allora non hai ancora provato il mio Servizio online che comporta un esborso monetario di soli 39 Euro al mese se opti per l’abbonamento trimestrale, 36 euro al mese se opti per l’abbonamento semestrale, 33 euro al mese se opti per l’abbonamento annuale.

Se dovessi avere qualsiasi altro dubbio sulla Partita IVA per Tatuatore o se volessi ricevere maggiori informazioni sul mio Servizio di Contabilità Online, richiedimi una Consuelnza Gratuita! Ti basterà richiederla sul mio sito www.regime-forfettario.it compilando il form di contatto con tutti i tuoi dati, sarà io stesso a richiamarti entro qualche ora!

P.S. Esiste un gruppo Facebook creato da me, totalmente dedicato al Regime Forfettario. Se vorrai prendervi parte potrai iscriverti in qualsiasi momento, ti basterà cliccare qui 

A presto
Giampiero Teresi

Guarda il Video completo sul Regime Forfettario

Video Regime Forfettario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.