Regime Forfettario Veterinario

Un veterinario freelancer che voglia aderire al conveniente Regime Forfettario deve conseguire ricavi il cui limite non ecceda i 65.000 euro all’anno.

Ma, attenzione! Chi non è residente in Italia o chi lo è in uno Stato membro dell’Unione Europea non può aderire a questo vantaggioso regime fiscale. Inoltre, rimangono esclusi dal regime forfettario 2019 anche tutti quei professionisti che svolgono un’attività legata allo scambio di terreni o fabbricati, quelli che detengono partecipazioni in società di vario tipo o associazioni, oppure coloro che percepiscono redditi da lavoro dipendente e, allo stesso tempo, svolgono un’attività d’impresa verso il datore di lavoro con cui hanno collaborato nei tre anni precedenti.

Dunque, un soggetto che svolge l’attività di veterinario, può aderire al Regime forfettario e usufruire di tutti i vantaggi derivanti?

La risposta è affermativa, ma solo nel caso in cui si rispettino i requisiti indicati e non rientri nelle cause di esclusione previste dalla normativa sul Regime forfettario.

Regime Forfettario Veterinario 2019: quali sono i vantaggi?

Con l’adesione a questo conveniente regime fiscale, anche i veterinari con Partita IVA Forfettaria possono ottenere diversi vantaggi ascrivibili ai seguenti:

  • totale esonero dall’obbligo di registrare fatture e dell’applicazione di ritenuta d’acconto e IVA
  • pagamento dell’imposta sostitutiva ridotta al 5% per i primi 5 anni di attività. Tale imposta sostituisce tutte le imposte solitamente pagate negli altri Regimi fiscali, come ad esempio IRPEF, IRAP, addizionali, ecc. Decorsi i 5 anni l’aliquota passa dal 5% al 15%.
  • nessun obbligo di presentare la comunicazione annuale IVA
  • nessuna comunicazione all’Agenzia delle Entrate delle operazioni rilevanti ai fini IVA o quelle effettuate nei confronti di operatori economici con residenza o domicilio nei Paesi Black list
  • nessun obbligo di registrare i corrispettivi, le fatture emesse o ricevute
  • esonero dall’obbligo di fatturazione elettronica

Oltre ai benefici ci sono anche determinati obblighi da seguire in caso di adesione al regime forfettario ossia:

– adempiere alla numerazione e alla conservazione delle fatture di acquisto

– integrare le fatture in cui si risulta essere debitori d’imposta con l’aliquota e la relativa imposta

– procedere alla certificazione dei corrispettivi

Come si può notare gli obblighi a carico del veterinario freelancer che opera in regime forfettario sono assai ridotti, considerando anche che sussiste l’esonero dagli obblighi di registrazione delle scritture contabili.

I professionisti in regime forfettario non operano ritenute alla fonte, ma hanno solo l’obbligo di indicare in dichiarazione il codice fiscale del soggetto a cui vengono corrisposti emolumenti.

Il Regime Forfettario per i Veterinari freelancer

Il veterinario è un medico che previene e cura le malattie degli animali assicurando il benessere e la loro salute e visitandoli a domicilio, in laboratorio oppure presso gli allevamenti.

In quanto medico si occupa di eseguire le vaccinazioni, fornire le prestazioni medico-chirurgiche di pronto soccorso, anestetizzare e operare chirurgicamente. Il veterinario effettua inoltre accertamenti e analisi cliniche, prelievi di sangue, aspirazioni midollari e biopsie, diagnosi, terapie e la prescrizione di farmaci.

La sua attività consiste anche nel raccogliere le informazioni e individuare le soluzioni migliori a seconda dei diversi casi clinici, ma ha anche l’onere di partecipare a convegni o giornate di studio che vertono sui nuovi progressi medici e su ogni tipo di aggiornamento in materia.

Si tratta di una Professione che richiede molto studio, attenzione, impegno e passione e, per essere esercitata ad hoc, è necessario seguire e adempiere alle regole deontologiche e a quelle fiscali.

Un veterinario che opta per aprire la Partita IVA Forfettaria deve comunicare e scegliere il Codice ATECO adeguato a questo tipo di attività ossia il 75.00.00.

Questo codice identifica il professionista che si occupa della cura di bestiame e animali da compagnia presso apposite cliniche, canili, ambulatori e altre strutture idonee comprendendo anche i servizi di ambulanza veterinaria.

Un veterinario ha l’obbligo di iscrizione presso la cassa previdenziale dell’ente Nazionale di Previdenza e Assistenza per veterinari (ENPAV). Con l’entrata nel regime forfettario è possibile dedurre dal reddito imponibile i contributi obbligatori INPS pagati l’anno precedente ai fini del calcolo dell’imposta sostitutiva.

Per procedere a un corretto calcolo dell’imposta sostitutiva è necessario prendere in considerazione il reddito imponibile: il totale dei ricavi annuali moltiplicato per il coefficiente di redditività previsto al 78%.

L’imposta sostitutiva si otterrà semplicemente moltiplicando il 5% o il 15% al reddito imponibile.

Piccola parentesi: da pochissimi giorni ho pubblicato il mio secondo libro.

Si chiama Regime Forfettario 2019 ed è un manuale che ti spiegherà tutto ciò che devi necessariamente sapere prima di aprire la tua Partita IVA. Ti spiegherò anche come risparmiare migliaia di Euro in tasse ogni anno. È in vendita esclusivamente su Amazon sia in versione cartacea (14,90 Euro) sia in versione Ebook (9,90 Euro)

Vuoi conoscere meglio il Regime Forfettario?

Regime Forfettario 2020

La prima guida che ti spiega il Nuovo Regime Forfettario anche se non capisci nulla di Fisco

Come intraprendere la professione di Veterinario?

Per intraprendere la professione di Veterinario è necessario disporre di determinati requisiti: essere cittadino italiano, godere dei diritti civili e di una rispettabile condotta morale.

Occorre aver conseguito una Laurea in Medicina Veterinaria a cui deve seguire un periodo di tirocinio presso una struttura pubblica o un privato al fine di poter conseguire l’esame di Stato ed ottenere l’abilitazione professionale atta ad esercitare l’attività.

Dopo aver effettuato tutte le procedure previste per l’abilitazione alla professione, ci si può iscrivere all’Ordine dei Veterinari e cominciare la propria carriera scegliendo se intraprendere un lavoro di tipo dipendente o da Libero professionista.

Per avviare la professione di veterinario freelancer, il primo passo è aprire la partita IVA e scegliere il regime fiscale a cui adeguarsi per gli adempimenti fiscali.

Costi Commercialista Veterinario

Hai dubbi? Vuoi sapere quanto costerà la Consulenza di un Commercialista per chi decide di aprire una Partita IVA Forfettaria? Scopri il mio Servizio di Contabilità online a te dedicato.

Mi occuperò di tutto ciò che si occupa generalmente un Commercialista “classico”, ma il costo del mio Servizio sarà di soli 39 Euro al mese se opti per l’abbonamento trimestrale, 36 euro al mese se opti per l’abbonamento semestrale, 33 euro al mese se opti per l’abbonamento annuale.

Non sarà mai necessaria la presenza fisica, effettuerò tutti gli adempimenti da remoto, e nello specifico mi occuperò di:

  • Aprire la tua Partita IVA
  • Gestire la tua Contabilità
  • Inviare la tua Dichiarazione dei Redditi
  • Offrirti tutta la mia Assistenza 365 giorni l’ anno.

Se dovessi avere qualsiasi altro dubbio sulla Partita IVA per Veterinario o se volessi ricevere maggiori informazioni sul mio Servizio di Contabilità Online, richiedimi una Consuelnza Gratuita! Ti basterà richiederla sul mio sito www.regime-forfettario.it compilando il form di contatto con tutti i tuoi dati, sarà io stesso a richiamarti entro qualche ora!

P.S. Esiste un gruppo Facebook creato da me, totalmente dedicato al Regime Forfettario. Se vorrai prendervi parte potrai iscriverti in qualsiasi momento, ti basterà cliccare qui 

A presto
Giampiero Teresi

Guarda il Video completo sul Regime Forfettario

Video Regime Forfettario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.