Regime forfettario per E-commerce, come aprirlo e che vantaggi

Negli ultimi anni le attività di vendita online hanno ottenuto un discreto successo e molti sono stati spinti dalla volontà di esercitare le stesse non solo come hobby ma come primo lavoro a tutti gli effetti. Ecco perché valutare una soluzione come il regime forfettario per e-commerce, può essere ottimale per iniziare con un sistema fiscale tra i più interessanti se le soglie di guadagno non superano i 65.000 euro. In questo articolo ti spiegherò il perché e come aprire subito la tua nuova partita Iva forfettaria per e-commerce.

Regime forfettario per e-commerce, perché valutare questa opzione

Prima di passare ad analizzare i punti più salienti del regime forfettario per e-commerce, ti spiego una piccola differenza rispetto al tipo di attività che si può svolgere nel settore del commercio elettronico. Fermo restando che la suddetta attività viene svolta interamente online e senza alcun contatto fisico con il venditore, ne esistono due rami:

  • Il B2C. Tradotto letteralmente è il Business to Consumer e include tutte quelle attività di vendita online nei confronti di un utente privato.
  • Il B2B. In questo caso parliamo di Business to business e include attività di vendita online da una azienda ad una altra azienda.

Altri vantaggi nello svolgere una attività di e-commerce, sono poi sulla facilità di accessibilità da parte di tutti i Clienti. Del resto si tratta di operatività prettamente online ed ogni cliente proveniente dall’Italia può accedere in qualsiasi momento.

Ovviamente se la tua decisione è quella di intraprendere questo tipo di attività, è consigliabile rivolgersi ad una web agency per progettare il sito e tutti i programmi di supporto per svolgere il commercio elettronico con servizi competitivi. A questo punto, sarai libero di rivolgerti ad un commercialista perduti gli adempimenti richiesti per l’apertura della Partita Iva e per la sua gestione.

E per quanto riguarda il regime da scegliere? Ti consiglio senza dubbio quello forfettario, laddove il tuo fatturato non superi annualmente i 65.000 euro.

Cosa serve per aprire la Partita Iva forfettaria per un E-commerce?

Per avviare un e-commerce sul profilo degli adempimenti fiscali, è necessario tenere a mente che si può operare anche senza un magazzino fisico ovvero con minori costi di gestione al riguardo.

In alcuni casi infatti è utile utilizzare il dropship, in cui è lo stesso fornitore ad inviare la merce al cliente indicato dal titolare dell’e-commerce.

Ciò permette, di poter scegliere anche una forma giuridica come quella della ditta individuale e un comodo regime come quello forfettario 2021 nel caso in cui il fatturato non superi i 65.000 euro. Ovviamente ti auguro di superare questa soglia al più presto e di poter passare al regime ordinario senza particolari problemi.

Nel caso in cui si supera la soglia dei 65.000 euro, infatti, non sono previste delle sanzioni per il titolare del regime forfettario e le agevolazioni fiscali restano valide per l’anno in corso, previo passaggio obbligato per il successivo anno fiscale al regime ordinario.

Ritornando ai principali passaggi per l’apertura della Partita forfettaria, dopo la scelta della forma della attività ovvero ditta individuale e del regime agevolato, ecco gli ulteriori passaggi richiesti:

  • Iscrizione della propria attività alla Camera di Commercio.
  • Richiesta dello SCIA al proprio Comune di Residenza. Si tratta di una segnalazione certificata di inizio attività, obbligatoria per chi deve avviare una nuova attività commerciale.
  • Apertura di una posizione previdenziale. In questo caso la richiesta è da fare alla Cassa Inps per Commercianti e Artigiani e prevede un contributo fisso da versare indipendentemente dal fatturato realizzato. Motivo per cui, ti consiglio di informarti bene anche con il tuo commercialista sulla possibilità di effettuare una richiesta riduzione contributi Inps forfettari.
  • Scelta del codice Ateco per identificare la propria attività e stabilire all’interno del regime forfettario per e-commerce il coefficiente di redditività per il pagamento delle tasse.

Nel caso di un e-commerce, il codice Ateco da poter utilizzare è il 47.91.10 (Commercio al dettaglio dei prodotti effettuato tramite internet) e il coefficiente di redditività applicato per il calcolo delle tasse è del 40%.

Piccola parentesi: da pochissimi giorni ho pubblicato il mio terzo libro.

Si chiama Regime Forfettario 2020 ed è un manuale che ti spiegherà tutto ciò che devi necessariamente sapere prima di aprire la tua Partita IVA. Ti spiegherò anche come risparmiare migliaia di Euro in tasse ogni anno. È in vendita esclusivamente su Amazon sia in versione cartacea (14,90 Euro) sia in versione Ebook (9,90 Euro)

Vuoi conoscere meglio il Regime Forfettario?

Regime Forfettario 2020

La prima guida che ti spiega il Nuovo Regime Forfettario anche se non capisci nulla di Fisco

Come funziona il Regime Forfettario per e-commerce

Ma come funziona il regime forfettario per e-commerce e quali vantaggi comporta iniziare da questo profilo fiscale piuttosto che dal classico regime ordinario? Innanzitutto parliamo di una flat tax al 5% o al 15% da applicare come tassazione. Si tratta, di una unica tassazione da applicare sul totale dei fatturati e che coprono tutte le principali tasse dovute per chi svolge una attività commerciale come Irpef, Irap, addizionali comunali o regionali. Per i primi 5 anni, in particolare, tale flat tax è del 5% nel caso in cui si rispettino questi requisiti:

  • Presenza di una start up che identifichi lo svolgimento della attività di vendita online per la prima volta.
  • La ditta individuale non deve essere in nessun caso una mera prosecuzione di attività svolte in precedenza. E ciò vale sia in veste di lavoratore autonomo e sia in veste di lavoratore dipendente.

Se si rientra di uno dei due casi citati, si potrà comunque partire dal regime forfettario con l’applicazione di una aliquota sostitutiva del 5% per 5 anni per poi passare fino al mantenimento dei requisiti di adesione, che a breve ti illustrerò, al 15%.

In caso di assenza di uno dei due casi citati, si potrà invece comunque aderire al regime forfettario ma con l’unica differenza che la flat tax di partenza sarà del 15%. Nessun limite temporale, come nel precedente regime dei minimi, alla permanenza in questo regime agevolato. Quindi nel caso in cui permangono i requisiti di adesione, si potrà continuare ad utilizzare il regime forfettario per e-commerce.

Ti sembra tutto molto complicato? Se dovessi avere bisogno di aiuto posso offrirti una Consulenza Gratuita. Ti basterà richiederla sul mio sito Regime Forfettario compilando il form di contatti con tutti i tuoi dati. Sarò io stesso a richiamarti telefonicamente entro qualche ora e cercherò di chiarire tutti i tuoi dubbi.

Requisiti di adesione e vantaggi del regime forfettario 2021

Per quanto attiene il regime forfettario 2021, ecco i principali requisiti richiesti:

  • Tetto massimo sugli incassi di 65.000 euro. Se nel 2020 non hai superato questa quota potrai aderire al regime forfettario per e-commerce in caso contrario, dovrai organizzare con il tuo commercialista, il passaggio al regime ordinario.
  • Spese per dipendenti o collaboratori non superiori ai 20.000 euro per anno fiscale.
  • Non superamento di redditi da lavoro dipendente di 30.000 per anno fiscale.

Come per il tetto massimo dei 65.000 euro anche per questi due requisiti, è da considerare che le regole sono applicate per ogni anno fiscale e in caso di superamento, non sono previste sanzioni ma solo il passaggio dal successivo anno fiscale al regime ordinario.

E per i suoi vantaggi? Oltre all’imposta sostitutiva al 5% o al 15% a titolo di tassazione, vi è un esonero dalla tenuta dei registri Iva, della fattura elettronica e delle operazioni sull’esterometro. Non si richiede, inoltre, l’applicazione dell’Iva e della ritenuta d’acconto previa indicazione in fattura di adesione al regime forfettario per e-commerce. Tuttavia, vista la natura dell’attività online, si richiede per questo tipo di attività la tenuta del Registro dei corrispettivi.

Commercialista per E-Commerce nel Regime Forfettario

È arrivato il momento di presentarmi con Te, io sono Giampiero Teresi e per primo in Italia nel 2015 ho sviluppato un Servizio di Contabilità completamente Online incentrato sul Regime Forfettario.

Mi occupo di tutto ciò di cui si occupa un “Commercialista” classico, con la differenza che il mio Servizio avviene completamente Online senza mai la necessità della tua presenza fisica in Studio. Nello specifico mi occupo di:

  • Aprire la tua Partita IVA
  • Gestire la tua Contabilità e le tue fatture
  • Compilare ed inviare la tua Dichiarazione dei Redditi
  • Offrirti tutta la mia Assistenza 365 giorni l’ anno tramite il mio numero di telefono personale 

Di solito la maggior parte dei Commercialisti si occupa contemporaneamente di svariate materie molto differenti tra di loro, come ad esempio:

  • Contabilità di Ditte Individuali e di Società
  • Regime Forfettario, Ordinario e Semplificato
  • Diritto Tributario
  • Diritto del lavoro, Fallimenti, ecc.

Il problema però è che in Italia le leggi cambiano troppo spesso, ed a mio avviso è impossibile rimanere perfettamente aggiornato su tutte queste materie molto differenti tra di loro.

Ecco perché ho deciso di specializzarmi ESCLUSIVAMENTE sul Regime Forfettario. Ogni giorno studio, approfondisco, e mi aggiorno solo sul Regime Forfettario, ne conosco tutte le casistiche e riesco a risolvere tutte le problematiche.

Il mo Servizio di Contabilità inizia sempre con una Consulenza Gratuita che offro a tuti coloro che hanno dei dubbi sul Regime Forfettario o su qualsiasi tematica fiscale. Se dovessi averne bisogno anche tu ti basterà richiederla direttamente sul mio sito compilando l’ apposto Form di contatto.

Sarò io stesso a richiamarti telefonicamente entro qualche ora e cercherò di chiarire tutti i tuoi dubbi.

Il costo del mio Servizio di Contabilità sarà di soli 39 Euro al mese, già comprensivi di IVA, che potrai pagare scegliendo tra 3 tipi di Abbonamento di Consulenza: trimestrale, semestrale o annuale.

Le mie interessanti tariffe prevedono la scelta di un piano di abbonamento:

  • trimestrale 117 euro (39 euro al mese),
  • semestrale 217 euro (36 euro al mese),
  • annuale 397 euro (33 euro al mese).

P.S. Esiste un gruppo Facebook creato da me, totalmente dedicato al Regime Forfettario. Se vorrai prendervi parte potrai iscriverti in qualsiasi momento, ti basterà cliccare qui 

A presto

Giampiero Teresi

Guarda il Video completo sul Regime Forfettario

Video Regime Forfettario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.