Bollettini truffa della Camera di Commercio: come riconoscerli

Bollettini ingannevoli per il pagamento della quota annuale al registro delle imprese? Tutto ciò che devi sapere

Hai appena aperto o stai per aprire una Partita IVA? L’inesperienza potrebbe portarti a commettere alcuni errori, uno dei quali ha a che fare con una truffa legata all’iscrizione alla Camera di Commercio.

Nelle prossime righe ti darò alcune informazioni importanti affinché tu possa evitare di pagare quote non dovute e riconoscere questi bollettini fasulli.

Cosa fare se ti arrivano dei bollettini per i versamenti alla Camera di Commercio

Tralasciando i casi in cui ad aprire la Partita IVA è un libero professionista o un freelance, chi fa impresa in Italia è tenuto a iscriversi al registro delle imprese della Camera di Commercio. Solitamente, questa procedura avviene in via telematica e tramite il commercialista o il consulente.

Ora, io non so se tu abbia già provveduto a compiere questo passo o se tu stia raccogliendo informazioni in vista di una tua ipotetica apertura di Partita IVA a regime forfettario, ordinario o semplificato. Quello che so è che, in seguito alla tua iscrizione alla Camera di Commercio, con tutta probabilità riceverai un bollettino postale.

Ecco, te lo dico chiaro e tondo: non pagare!

Solitamente questi bollettini sono accompagnati da una lettera in cui viene espressamente richiesto il versamento da enti con nomi simili a “Camera di Commercio” o “registro delle imprese” per rendere effettiva l’iscrizione a un ipotetico registro telematico. Beh, è una truffa bella e buona. Devi sapere, infatti, che la Camera di Commercio non manda mai bollettini e, nonostante in questi anni tante persone siano state tratte in inganno da questa truffa, non effettua alcun rimborso in simili circostanze.

Leggi anche: Regime forfettario multiattività: come funziona se hai più codici ATECO?

Come funziona il pagamento della quota per i diritti annuali della Camera di Commercio

Se non hai familiarità con la prassi inerente alla gestione dei pagamenti alla Camera di Commercio, ti spiego come funziona. Tanto per cominciare, al momento dell’iscrizione sarai tu (o il tuo commercialista) a occuparti della procedura burocratica; pertanto riceverai le informazioni e le documentazioni relative ai versamenti per i diritti, per i bolli e per le spese di istruttoria direttamente dalla Camera di Commercio.

Tuttavia, per inesperienza, potresti pensare di esserti perso/a un passaggio e, spinto/a dalla paura di partire con il piede sbagliato, potresti provvedere al pagamento senza pensarci su due volte. Il punto è che la Camera di Commercio non invia bollettini relativi alle quote dei diritti annuali, bensì chiede che tale versamento venga effettuato tramite modello F24 entro un mese dall’iscrizione durante il primo anno ed entro il 30 giugno negli anni a venire.

Ad avvisarti di queste scadenze, solitamente, è il commercialista. Dunque, se dovessi ricevere un bollettino sospetto, parlane subito con lui (o lei), ma – mi raccomando – non pagare!

Piccola parentesi: potrebbe interessarti il mio nuovo libro.

Si intitola Regime Forfettario 2020 ed è un manuale che ti spiegherà tutto ciò che devi necessariamente sapere prima di aprire la tua Partita IVA. Ti svelerò anche in che modo potresti risparmiare migliaia di euro in tasse ogni anno. È in vendita esclusivamente su Amazon sia in versione cartacea (15,50 €) sia in versione e-book (9,90 €)

Vuoi conoscere meglio il Regime Forfettario?

Regime Forfettario 2020

La prima guida che ti spiega il Nuovo Regime Forfettario anche se non capisci nulla di Fisco

Cosa sono (in realtà) questi bollettini

Credo di intuire cosa ti stia domandando: “ma se la Camera di Commercio non invia bollettini, chi diavolo è che sta cercando di truffarmi? E come fa a conoscere i miei dati?

Ecco, devi sapere che i dati relativi alle imprese iscritte al registro della Camera di Commercio sono di pubblico dominio. Questo rappresenta un’occasione ghiotta per i truffatori, i quali si danno da fare soprattutto con chi ha poca (o nessuna) esperienza e quindi ignora il fatto che l’ente non solo non invia bollettini postali, ma manda le proprie richieste di pagamento via PEC.

Solitamente questi soggetti sono società private (talvolta estere) che inviano ai neoiscritti all’ente camerale non solo bollettini postali ma anche richieste di iscrizione a fantomatici registri pubblicitari. Come ti ho già detto, dunque, se dovessi ricevere questi bollettini non pagare assolutamente. Non solo: comunica l’accaduto al tuo consulente in modo da segnalare alle autorità il tentativo di truffa.

E credimi: in caso di recente iscrizione, potresti riceverne tanti.

Leggi anche: Partita IVA naturopata: come aprirla a condizioni favorevoli

In conclusione

In questo articolo ho cercato di metterti in guardia e di informarti su una truffa che ha mietuto tante vittime tra le nuove Partite IVA. Naturalmente, nel caso in cui volessi avere informazioni più dettagliate su questo o su altri argomenti inerenti al mondo della Partita IVA, ti invito a contattarmi in privato.

Sono un Dottore tributarista specializzato nel regime forfettario e fornisco consulenza online su tematiche fiscali. Hai bisogno di un suggerimento o sei alla ricerca di un consulente esperto in materia di regime agevolato?

Compila il Form di Contatto sul mio sito internet www.regime-forfettario.it. Sarò io stesso a richiamarti nel giro di qualche ora per chiarire qualsiasi dubbio (tariffe comprese).

Richiedi-Consuelnza-Gratuita

Ti ricordo che, per qualsiasi tipo di considerazione, hai la possibilità di commentare questo articolo.

P.S. Ho anche creato un Gruppo di discussione Facebook riguardante il Regime Forfettario; se vuoi iscriverti, non devi fare altro che cliccare qui.

A presto
Giampiero Teresi

Guarda il Video completo sul Regime Forfettario

Video Regime Forfettario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.