Codice ATECO e Partita IVA Forfettaria Fiorista

La tua passione sono i fiori? Adori creare vere e proprie sculture con i fiori e piante? Bene, allora trasforma la tua passione in una vera e propria professione: quella della Fiorista Freelancer.

Sono tantissimi i giovani che ogni anno decidono di monetizzare una passione in una vera e propria opportunità di business.

Quella del fiorista è una di quelle professioni sempre più ambite e anche molto promettenti dal punto di vista remunerativo.

Pensa, ad esempio, a quante sono le occasioni, gli eventi e le feste in cui regaliamo o riceviamo un mazzo di fiori freschi e coloratissimi.

In effetti, sono davvero tante! Per questo intraprendere la professione di fiorista Freelancer può essere una vera e propria occasione per crearsi un buono stipendio.

E, allora, non ti rimane che leggere la mia guida fiscale e scoprire come si apre la Partita IVA Forfettaria per svolgere la professione di vendita di fiori.

Diventare Fiorista: quali scuole e corsi scegliere?

Come ogni professione anche quella del fiorista richiede una buona formazione e tanta tanta creatività, impegno e pazienza.

Sono tantissime le scuole e i corsi professionali che vengono svolti nelle varie città italiane e consentono ai neofiti di intraprendere la professione di fiorista.

Ma, oltre alla formazione tecnica, ci vuole anche tanta passione, creatività, fantasia e senso estetico. E, non tutti in effetti sono dotati di queste qualità!

E, infatti, più che di fiorista si dovrebbe parlare di floral designer ovvero uno “stilista del fiore”, un artista in grado di creare delle vere e proprie opere d’arte e scenografie floreali anche di dimensioni grandi.

Quindi, i giusti requisiti per diventare un bravo fiorista di successo sono: avere una buona creatività e senso per l’estetica, seguire appositi corsi ed acquisire una qualifica presso un centro di floricoltura.

Una volta acquisita la qualifica di base, ci si può specializzare seguendo corsi avanzati in tecniche di florovivaismo, in composizioni floreali per matrimoni, nell’arte floreale funeraria, etc. etc.

Pazienza e impegno saranno gli ingredienti essenziali per acquisire il giusto bagaglio tecnico.

Professione Fiorista: Dipendente o Freelancer?

Dove lavora un fiorista? Nella maggior parte dei casi in un centro di floricoltura o presso un negozio di vendita di fiori locali.

All’inizio è fondamentale fare tanta buona gavetta ed acquisire la giusta manualità per diventare una brava fiorista di successo.

Sono tantissimi i datori di lavoro che cercano aspiranti fioristi da assumere con contratto di lavoro subordinato.

Oltre ad optare per il lavoro da dipendente, si può aprire una Partita IVA per fiorista. Molti sono gli annunci di lavoro di centri florovivaistici che ricercano fioristi Freelancer con Partita IVA.

Per questo, è fondamentale valutare la possibilità di aprire una e di scegliere il regime fiscale più conveniente.

Partita IVA e Codice ATECO Fiorista: passi da compiere

Quali sono gli step necessari per aprire una Partita IVA da fiorista Freelancer? Come per ogni altra attività da Libero Professionista o da lavoratore autonomo hai necessità di aprire la Partita IVA e onorare tutti gli adempimenti fiscali e burocratici richiesti dalla normativa vigente.

Per aprire una Partita IVA, devi comunicare la data di inizio della tua attività: basta compilare ed inviare il modello AA9/12 per le ditte individuali e per i lavoratori autonomi che puoi scaricare dal sito dell’Agenzia delle Entrate.

Ricorda che devi allegare la carta di identità in corso di validità e inoltrare direttamente il modello all’Amministrazione fiscale o delegare un Commercialista.

Inoltre, devi comunicare il Codice ATECO 47.76.10 – Commercio al dettaglio di fiori e piante e scegliere il regime fiscale più conveniente: il Forfettario 2019.

A questo punto, è possibile finalmente vedersi assegnata la Partita IVA e occorre regolarizzare la propria situazione previdenziale.

Se decidi di aprire una ditta individuale che rientra nella categoria dei Commercianti, è necessario recarsi anche alla Camera di Commercio.

Come puoi capire, aprire una Partita IVA richiede l’esecuzione di step precisi per evitare di incappare in errori. Per questo, il mio consiglio è affidarsi ad un buon Commercialista.

Regime Forfettario Fiorista 2019

Con la nuova Legge di Bilancio 2019 è stata introdotta la Flat Tax al 15% o al 5% che ha innalzato i limiti di fatturato che permetterà l’adesione ad un maggiore numero di Lavoratori Autonomi, con un notevole risparmio di imposte.

Si tratta del regime fiscale più vantaggioso che consente di essere esonerati dalla ritenuta, dall’IVA, di godere di numerose semplificazioni contabili e di essere esentati dalla fatturazione elettronica e dall’IVA.

Ma, per godere di questo regime fiscale conveniente occorre rispettare determinati requisiti: tutte le Attività Economiche devono avere un limite di fatturato pari a 65.000 euro annuali.

Nel caso di esercizio contemporaneo di più attività contraddistinte da diversi codici ATECO, il calcolo del limite di 65.000 euro dovrà essere effettuato in base alla somma dei ricavi percepiti mediante l’esercizio delle attività.

Non possono avvalersi del Regime Forfettario le Persone Fisiche che si avvalgono di Regimi Speciali IVA (Attività di agenzie di viaggi e turismo, Attività di agricoltura, pesca, agriturismo, Rivendita di beni usati, oggetti d’ arte o da collezione, Attività di editoria, etc.).

Inoltre, Non è possibile avvalersi della Partita IVA Forfettaria se si controlla direttamente o indirettamente SRL o Associazioni in partecipazione che esercitano attività direttamente o indirettamente riconducibili a quelle svolte dal soggetto in Regime Forfettario e se si partecipa contemporaneamente a Società di persone, associazioni, imprese familiari.

Piccola parentesi: da pochissimi giorni ho pubblicato il mio secondo libro.

Si chiama Regime Forfettario 2019 ed è un manuale che ti spiegherà tutto ciò che devi necessariamente sapere prima di aprire la tua Partita IVA. Ti spiegherò anche come risparmiare migliaia di Euro in tasse ogni anno. È in vendita esclusivamente su Amazon sia in versione cartacea (14,90 Euro) sia in versione Ebook (9,90 Euro)

Vuoi conoscere meglio il Regime Forfettario?

Regime Forfettario 2020

La prima guida che ti spiega il Nuovo Regime Forfettario anche se non capisci nulla di Fisco

Costi Commercialista Partita IVA Forfettaria Fiorista

Sei desideroso di aprire una Partita IVA Forfettaria per intraprendere la professione di fiorista? Scopri il mio Servizio di contabilità online specializzato nel Regime Forfettario.

Un Commercialista “classico” per la gestione della Contabilità di un Contribuente titolare di una Partita IVA nel Regime Forfettario ha una tariffa media impresa tra 1.000 e 1.200 Euro.

Il costo del mio Servizio sarà di soli 39 Euro al mese se opti per l’abbonamento trimestrale, 36 euro al mese se opti per l’abbonamento semestrale, 33 euro al mese se opti per l’abbonamento annuale.

Se dovessi avere qualsiasi altro dubbio sulla Partita IVA forfettaria per Fiorista o se volessi ricevere maggiori informazioni sul mio Servizio di Contabilità Online, richiedimi una Consulenza Gratuita! Ti basterà richiederla sul mio sito www.regime-forfettario.it compilando il form di contatto con tutti i tuoi dati, sarà io stesso a richiamarti entro qualche ora!

P.S. Esiste un gruppo Facebook creato da me, totalmente dedicato al Regime Forfettario. Se vorrai prendervi parte potrai iscriverti in qualsiasi momento, ti basterà cliccare qui 

A presto
Giampiero Teresi

Guarda il Video completo sul Regime Forfettario

Video Regime Forfettario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.