Conto Corrente e Partita IVA

Conto Corrente e Partita IVA. Avere oggi un Conto Corrente personale risulta davvero molto importante. E’ infatti possibile, grazie allo sviluppo del mondo informatico, effettuare la maggior parte dei propri pagamenti comodamente da casa sfruttando il proprio sistema di Home Banking. Anche il mondo tributario si sta adeguando a questa rivoluzione telematica ed è diventato possibile gestire interamente la propria situazione fiscale utilizzando il canale Web. Tutti i professionisti che posseggono Partita IVA in Regime Forfettario non hanno più l’obbligo di apertura di un Conto Corrente Aziendale anche se potranno ottenere notevoli vantaggi da un suo utilizzo. Per questo motivo l’apertura di un Conto Corrente Bancario dovrà essere fatta con attenzione valutando caratteristiche, costi e convenienza. Se vuoi analizzare l’affidabilità di alcune Banche ti invito a cliccare di seguito per valutare alcune recensioni sui conti correnti. Voglio con questo articolo sottolineare la relazione che intercorre tra la Partita IVA e Conto Corrente ed analizzare l’utilità di quest’ultimo ai  fini della propria attività professionale.

Conto Corrente Regime Forfettario

Come funziona?

Dal 1 Gennaio 2016 è possibile utilizzare un Regime Fiscale Agevolato che garantisce numerosi vantaggi a tutti i contribuenti che ne rispettano i requisiti di accesso.

Il Regime in questione prende il nome di Regime Forfettario. L’adesione a questo Regime di vantaggio garantirà una notevole riduzione dell’aliquota IRPEF, che si attesterà al 5%, per i primi cinque anni di attività. Dal sesto anno in poi questa salirà al 15% .

Il Regime Forfettario tra le sue caratteristiche non prevede nessun obbligo di apertura di un Conto Corrente Aziendale. L’incertezza a riguardo nasce dal fatto che nel 2006 il Decreto Bersani (Decreto Legge del 4/7/2006 n.223),  istituì il vincolo, da parte di chi fosse stato titolare di Partita IVA, di possedere un Conto Corrente Bancario dove  far confluire i movimenti finanziari originati dalla propria attività.

Nel 2008, grazie all’art.32 del D.L. n.112/2008, viene abrogato l’obbligo di utilizzo del Conto Corrente Aziendale. Non è oggi  più in vigore nessuna legge che imponga il possesso di un Conto Corrente, al di fuori di quello personale, per la gestione della propria attività professionale.

Nonostante l’abolizione dell’obbligo di legge rimane utile possedere un Conto Corrente Bancario dedicato al solo utilizzo della propria attività professionale. Infatti sarà possibile utilizzare questo strumento per effettuare i pagamenti di imposte e contributi. Grazie all’utilizzo del proprio Home Banking si potranno scaricare e pagare tutti i modelli F24, relativi alla propria situazione tributaria, direttamente dal Web.

Inoltre, l’utilizzo di un proprio Conto Corrente Aziendale darà la possibilità di ottenere una contabilità più ordinata e trasparente mantenendo separate le spese personali da quelle destinate alla propria attività professionale. Sarà inoltre possibile ottenere una istantanea sull’andamento della propria attività senza la necessità di ulteriori analisi.

Infine, in caso di eventuali controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate, sarà più agevole tracciare i costi ed i ricavi della propria attiva. Nel caso in cui si dovesse utilizzare un unico Conto Corrente andrebbe invece giustificata ogni movimentazione sia personale che professionale.

Conto Corrente Partita Iva Zero Spese

Come aprire un conto corrente agevolato?

Se vorrai procedere con l’apertura di un Conto Corrente ricorda che è sempre bene effettuare un confronto tra i vari istituiti bancari e scegliere quello che offre le condizioni più vantaggiose. Le banche online offrono dei servizi specifici per coloro che vogliono creare un conto corrente con Partita IVA e affrontare zero spese. Questi speciali conti vengono soprattutto aperti sul Web. Tra i migliori istituti di credito si fanno i nomi di Fineco, MyUnipol, Banca Sella.

Il grosso vantaggio dell’aprire un conto corrente finalizzato all’utilizzo della partita iva è che potrete usufruire sia del conto corrente ordinario, sia di alcuni sistemi gestionali e agevolazioni per la vostra azienda o per la vostra singola persona, in base alle vostre necessità.

Potrete accedere facilmente al vostro conto corrente bancario da casa o dall’ufficio utilizzando i dati di accesso  e le misure di sicurezza che vi vengono assegnate

Il conto corrente con partita iva incluso è davvero un ottimo modo per tenere sotto controllo tutte le spese della propria attività lavorativa e separarle così da quelle personali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.