Partita IVA come Grafico: il Regime Forfettario

Come Aprire la Partita Iva come grafico Nel Regime Forfettario? Se sei un grafico pubblicitario e vuoi iniziare a lavorare come freelancer non devi fare altro che prendere in considerazione l’apertura della Partita IVA. Quali sono i suoi vantaggi? Come calcolare le tasse ed i Contributi Previdenziali INPS? Continua a leggere questa guida e scopri come aprire la Partita IVA come Grafico. Ti senti pronto per iniziare? Allora procediamo.

Diventare un Grafico: chi è e come fare?

Professione grafico Freelancer con Partita IVA?

Il grafico viene erroneamente considerato come una delle professioni “nuove” alla stregua dello youtuber, ma in effetti è un mestiere che viene svolto da oltre cento anni.

La grafica è una materia che si si è evoluta dal mondo della stampa, della tipografia, dell’editoria, della fotografia e dell’arte a partire dalla fine del XIX secolo.

Possiamo definire il grafico come soggetto che

“usa colori, lettere ed immagini per aiutare le persone a capire meglio le cose”.

Come si può comprendere la grafica non è altro che un’organizzazione di elementi per dirigerli verso uno scopo: spiegare qualcosa, comunicare, identificare, vendere.

Colori, lettere ed immagini sono gli elementi chiave che connotano l’attività di un grafico pubblicitario.

Per diventare un Grafico non è obbligatoria una laurea né è obbligatorio superare esami o avere certificati o pezzi di carta.

Conseguire una laurea è comunque vivamente consigliato e la scelta giusta nell’80% dei casi.

Per diventare grafici è bene studiare:

  • composizione grafica,
  • disegno,
  • tipografia,
  • immagini,
  • colori,
  • software.

Oltre a studiare è bene leggere libri sul graphic design, guardare video-tutorial e seguire corsi online per imparare ad usare meglio i software.

Una volta acquisite le giuste skills è fondamentale aggiornarsi.

Partita IVA per Grafico: Quale Codice Ateco scegliere?

Hai paura che tutti i tuoi guadagni possano perdersi tra tasse e costi burocratici vari?

Non hai mai sentito parlare del Regime Forfettario?

Hai sempre pensato che aprire Partita IVA come Grafico riempirà la tua scrivania di cartacce, documenti e obblighi burocratici da adempire?

Oggi ti darò una buona notizia, è tutto molto più semplice di quello che credi!

Dal 1 Gennaio 2020, esiste un Regime fiscale nuovo, semplice e conveniente. E’ adatto a tutti coloro che vorranno lavorare come Grafico e per la prima volta si affacciano nel mondo del lavoro come Liberi Professionisti  ed ha anche notevoli vantaggi economici

Questo è il Regime Forfettario, e puoi trovare tutte le novità del 2020 in questo articolo: Regime Forfettario 2020

Aprire la Partita IVA come Grafico nel Regime Forfettario semplificherà la tua vita, e ti permetterà di risparmiare anche diverse migliaia di Euro in tasse.

Devi sapere che aprire la Partita IVA come Grafico comporta la scelta dei Codici ATECO relativi all’attività di grafico:

  • 74.10.21 – Attività dei disegnatori grafici di pagine web (Web designer che sviluppa la parte grafica di siti web, campagne pubblicitarie ecc.),
  • 74.10.29 – Altre attività dei disegnatori grafici (Graphic designer/illustratore)

Entrambi i codici comportano l’obbligo di iscrizione alla Gestione Separata Inps.

Il coefficiente di redditività relativo a tali codici è in entrambi i casi del 78% e il limite massimo dei ricavi generabili all’anno risulta essere di 65.000 euro (come in tutte le altre attività).

Se hai bisogno di aiuto posso offrirti una Consulenza del tutto GRATUITA e puoi richiederla qui www.regime-forfettario.it, ti basterà compilare il form di contatto con tutti i tuoi dati e sarà io stesso a richiamarti entro qualche ora.

Regime Forfettario per Grafico

Il Regime Forfettario per Grafico ha diversi vantaggi, ma 3 sono i più importanti

Primo vantaggio – Le tasse hanno la percentuale più bassa mai vista, l’imposta sostitutiva è del 5%

Lo so, stenterai a crederci ma è proprio così. La percentuale di tasse che pagherai nel Regime Forfettario (detta Imposta Sostitutiva) sarà solo del 5%! Questa percentuale sarà valida per i primi 5 anni di attività, poi aumenterà al 15% (sarà in ogni caso sempre più bassa di tutti gli scaglioni IRPEF degli altri Regimi fiscali!).

Il Regime forfettario per Grafico con Partita IVA prevede l’applicazione dell’imposta sostitutiva, tale aliquota è rappresentata da un’unica aliquota da applicare al Reddito imponibile.

Il reddito imponibile è la base sulla quale si calcolano imposte e contributi da versare.

L’imposta sostitutiva standard è del 5% per i primi 5 anni, 15% dal sesto anno in poi.

Secondo vantaggio – Non esisterà l’IVA e nemmeno la Ritenuta d’ acconto

Tutti coloro che decideranno di aprire la Partita IVA con il Regime Forfettario saranno soggetti esenti IVA ed esenti Ritenuta D’acconto.

In poche parole, quando emetterai una fattura ad un tuo cliente, non dovrai aggiungere l’ IVA ai tuoi compensi (anche il tuo cliente sarà molto più felice di pagarti, risparmierà in questo modo il 22%), inoltre non dovrai inserire in fattura neanche la noiosissima Ritenuta d’ Acconto. Incasserai dunque l’ intero importo inserito in fattura, senza nessuna detrazione

Terzo vantaggio – Esenzione IRAP  e studi di settore

Abbiamo già parlato dell’ esenzione dall’IVA. Ciò significherà che sarai anche esente dalla Dichiarazione IVA trimestrale ed annuale. Oltre a questa semplificazione fiscale, ce ne saranno molte altre, ad esempio sarai anche esente dagli Studi di Settore e dall’IRAP.

Le semplificazioni contabili non saranno da meno rispetto ai vantaggi fiscali!

Tassazione per Grafico nel Regime Forfettario

Ok, magari non ti sarà tutto chiarissimo, ma ti spiegherò con un esempio pratico quante tasse pagare con il Regime Forfettario.

All’interno di questo paragrafo ti riporto un esempio concreto per farti capire il meccanismo che sta’ alla base del calcolo dell’imposta sostitutiva.

Esempio

  • Attività: Grafico
  • Coefficiente di redditività: 78%
  • Il coefficiente di redditività è un termine che appartiene al Regime Forfettario. Rappresenta la percentuale da considerare, sul fatturato totale, per calcolare il reddito imponibile.
  • Ricavi conseguiti: 50.000 euro
  • Reddito imponibile: 39.000 euro (50.000 X 78%)
  • Imposta sostitutiva: 1.950 euro (39.000 X 5%).

Lo Stato non tasserà tutto il nostro fatturato, ma soltanto il nostro Reddito Netto che sarà la differenza tra il nostro fatturato meno i costi (Reddito Netto = Fatturato –Costi).

Nel Regime Forfettario i costi saranno decisi in modo forfettario (ecco perché si chiama così) e nel caso specifico di un Grafico (ma è uguale per tutti i Free Lance) saranno pari al 22% del fatturato. Ecco un articolo sui Costi Forfettari.

Il vantaggio sarà che questi costi ci saranno riconosciuti, e potrai quindi detrarli, anche se in effetti non sono mai stati da te sostenuti.

Contributi INPS per Grafico pubblicitario

Oltre all’ Imposta Sostitutiva ogni Grafico dovrà versare i Contributi Previdenziali INPS. In verità non rappresentano una vera e propria tassa, ma rappresentano dei versamenti effettuati per la nostra futura pensione.

Se svolgi attività di grafica, sarai tenuto all’iscrizione presso la Gestione Separata Inps.

Il vantaggio dei Contributi INPS per Grafico pubblicitario (ma in ogni caso Freelance in generale) è che questi versamenti non saranno degli importi fissi annuali (come ad esempio accade per Commercianti o Artigiani), ma saranno calcolati in percentuale sul nostro fatturato.

La Gestione Separata non prevede per i propri iscritti un ammontare di contributi fissi da dover pagare, ma i contributi verranno calcolati applicando un’aliquota di riferimento (25,72% nel 2020) ai ricavi conseguiti dallo svolgimento della tua attività.

Il vantaggio di essere all’ interno dell’INPS a Gestione Separata sta nel fatto che se non fatturerai nulla non avrai nulla da pagare, nessun costo fisso annuale. Sarà tutto calcolato in base al Fatturato.

Costo Partita IVA per Grafico

A questo punto ti chiederai, ma quanto costa aprile la Partita IVA per Grafico? Quanto costa mantenere la mia Partita IVA attiva?

La risposta è NULLA!

Ma di questo te ne parlerò in questo articolo: quanto costa aprire una Partita IVA

Piccola parentesi: da pochissimi giorni ho pubblicato il mio terzo libro.

Si chiama Regime Forfettario 2020 ed è un manuale che ti spiegherà tutto ciò che devi necessariamente sapere prima di aprire la tua Partita IVA. Ti spiegherò anche come risparmiare migliaia di Euro in tasse ogni anno. È in vendita esclusivamente su Amazon sia in versione cartacea (14,90 Euro) sia in versione Ebook (9,90 Euro)

Vuoi conoscere meglio il Regime Forfettario?

Regime Forfettario 2020

La prima guida che ti spiega il Nuovo Regime Forfettario anche se non capisci nulla di Fisco

Se dovessi avere ancora dei dubbi sulla tassazione del Regime Forfettario, o se semplicemente hai bisogno di una Consulenza Gratuita per chiarire i tuoi dubbi, puoi richiederla qui www.regime-forfettario.it

Regime Forfettario Consulenza Gratuita

Ps. Ho anche un Gruppo di discussione su Facebook sul Regime Forfettario. Puoi iscriverti cliccando QUI

Sono Giampiero Teresi e mi sono specializzato nella contabilità per i Professionisti e Free Lance nel Regime Forfettario.  Sarò felice di analizzare con te il tuo caso ed aiutarti a risolvere i tuoi dubbi

A presto
Giampiero Teresi

Guarda il Video completo sul Regime Forfettario 

Video Regime Forfettario

6 risposte

  1. Salve, volevo qualche informazioni aggiuntiva sul regime forfettario in merito all’attività di web designer (comprensivo anche di attività di web marketing)
    1. Esisite un minimo contributivo annuale che bisogna rispettare, nel senso le percentuali sopra mostrate vengono calcolate sul tuo guadagno lordo qualsiasi esso sia (entro i limiti descritti naturalmente) o vi è un minimo di guadagno a cui bisogna arrivare? sopratutto in merito al pagamento dei contributi previdenziali. In sintesi supponendo che si guadagnano 3000 euro lordi in un anno, la tassazione viene effettuata con il calcolo sopra mostrato senza aggiunte?
    2. L’apertuta della partita iva per web designer è davvero gratuita? (quindi senza le spese di un normale artigiano)
    3. Se si è svolta un’altra attività da dipendente (completamente differente) nell’anno precedente con guadagni inferiori a 30.000 eruo lordi annui si può accedere a questo regime.

    grazie del supporto e buon lavoro

    1. Buongiorno Tommaso, se deciderai di aprire la tua Partita IVA da Libero Professionista verrai iscritto alla Gestione Separata INPS. Ti permetterà di pagare i tuoi Contributi Previdenziali in percentuale sul tuo fatturato senza quindi alcun costo fisso annuale. Non avrai quindi un minimo da dover fatturare
      2- Si è gratuita
      3 – Si, dovrai però possedere altri requisiti. Se vuoi posso offrirti una Consulenza Gratuita. Compila il form con tutti i tuoi dati su regime-forfettario.it e ti chiamerò entro qualche ora
      A presto
      Giampiero

      1. Il Regime Forfettario garantirà un’ agevolazione sui pagamenti IRPEF per i primi 5 anni di attività riuscendo l’ aliquota alla percentuale del 5%. Aprendo quindi ad esempioPartita IVA a Dicembre 2017, questo sarà considerato come primo dei 5 anni di attività con aliquota ridotta

        Rimango a tua disposizione per qualsiasi dubbio anche al mio numero personale 3286481872

        Giampiero Teresi
        http://www.regime-forfettario.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.