Quando è obbligatoria la Partita IVA?

Aprire una Partita IVA solleva molti dubbi circa i costi che si devono sostenere e tanti sono i falsi miti da sfatare.

Il primo, tra tutti, riguarda il famoso mito dei 5.000 euro: non è detto che basta rimanere sotto questa soglia per intraprendere qualsiasi attività di business imprenditoriale senza aprire la Partita IVA.

Inoltre, molti imprenditori digitali che si dedicano all’attività di E-Commerce di oggetti o di prodotti di qualsiasi categoria merceologica sono convinti (erroneamente!) che, vendendo singole referenze a prezzi irrisori, non comporti alcun obbligo di aprire la Partita IVA.

E, i dipendenti di un’azienda privata o pubblica credono che avviare un’attività di business autonoma, non comporti l’obbligo di apertura di una Partita IVA

Che grave errore! Tanta confusione regna nelle teste dei potenziali imprenditori che vogliono realizzare il proprio sogno nel cassetto e intraprendere la vita da Freelancer.

E, allora, per porre chiarezza ai tanti dubbi e per sfatare le leggende che affollano il web, scopriamo quando è obbligatorio aprire una Partita IVA e quale regime fiscale conviene scegliere per l’anno 2019.

Quando aprire una Partita IVA ed essere in regola al 100% con il Fisco?

Sebbene il quesito sollevi molto dubbi, la risposta è davvero semplice: è obbligatorio aprire Partita IVA quando svolgiamo un’attività economica caratterizzata da abitualità e continuità, ovvero con regolarità, stabilità e sistematicità.

Ad esempio, un quesito che viene spesso posto al proprio Commercialista di fiducia è il seguente: “Anche se lavoro tutto l’anno soltanto il fine settimana devo aprire la Partita IVA?” La risposta è affermativa dato che l’attività viene svolta con cadenza regolare e non è affatto occasionale.

Chi vende oggettini o prodotti su Ebay, anche a prezzi irrisori ed è assunto in un’azienda con un contratto di lavoro subordinato full time, deve aprire Partita IVA.

Anzi, in questo caso, aprendo Partita IVA non è necessario iscriversi alla Gestione commercianti dell’INPS. Non sarà quindi necessario pagare la classica quota “fissa” di Contributi INPS.

Per i web master e i web designer che costruiscono occasionalmente i siti web per i propri clienti e promuovono la propria attività con un blog personale, è obbligatorio aprire Partita IVA dato che la promozione della propria attività professionale non è sporadica, ma è continuativa.

Per chi svolge qualche piccolo lavoretto di data-entry per conto di un’azienda e si reca in sede due/tre volte alla settimana, è obbligatorio aprire Partita IVA.

È possibile emettere la notula di prestazione occasionale solo nei casi in cui la collaborazione non superi i 30 giorni in un anno, e soltanto nel caso in cui questa prestazione venga svolta UNA TANUMU, cioè al massimo una volta l’ anno, con ogni singolo Committente.

Trattandosi di attività stabile e continuativa, è necessario aprire la Partita IVA.

Aprire la Partita IVA: quando è obbligatorio farlo?

Attraverso una serie di casistiche reali, ho cercato di farti capire quando si deve prendere in seria considerazione la possibilità di aprire una Partita IVA.

Gli elementi da prendere sempre in considerazione sono ascrivibili ai seguenti:

  • esercizio dell’attività imprenditoriale in forma organizzata (cfr. articolo 2555 Codice civile),
  • esercizio di un’attività di business con continuità e abitualità.

E, attenzione, l’apertura della Partita IVA è obbligatoria anche se l’attività non genera alcun ricavo.

Spesso, come abbiamo avuto modo di anticipare, si fa molta confusione sul superamento della soglia di 5.000 euro.

Si tratta di una “bufala” che circola online e che genera altro che convinzioni errate.

Quindi, una volta per tutte, dobbiamo chiarire che i ricavi NON sono mai un parametro di riferimento che stabilisce automaticamente se si deve aprire la Partita IVA o meno.

Vi è l’obbligo di aprire la Partita IVA ogni volta che un soggetto svolge un’attività in maniera costante nel tempo.

Come aprire Partita IVA?

Ora che abbiamo fatto chiarezza in merito ai casi in cui è obbligatorio aprire Partita IVA, è necessario capire come fare.

In questa fase “delicata”, è sempre buon consiglio rivolgersi ad un Commercialista di fiducia.

Infatti, sarà proprio il Dottore Commercialista a pensare a tutto (ad ogni adempimento fiscale, contabile e previdenziale).

E’ necessario compilare il modello “Apertura Partita IVA AA9“, scaricabile dal sito dell’Agenzia dell’Entrate, che dovrà contenere i dati anagrafici, l’indirizzo, il domicilio fiscale ed il codice fiscale.

Si dovrà scegliere il Codice ATECO corretto per espletare ad hoc la propria attività economica.

Infine, è necessario scegliere il regime fiscale più conveniente ed adatto per la propria attività.

In questo caso, se sei in possesso di determinati requisiti, puoi optare per il Regime Forfettario 2019.

Aprire Partita IVA 2019: quale Regime Fiscale scegliere?

Quale Partita IVA conviene aprire? Devi sapere che a partire dal 1° gennaio 2019 il Regime Forfettario riguarderà tutti i lavoratori autonomi, i Freelancer, i Liberi Professionisti e le Start Up fino a 65.000 euro di ricavi.

Sono stati aboliti i limiti differenziati in base al codice ATECO di riferimento, mentre resteranno i differenti coefficienti di redditività per il computo dell’imposta sostitutiva del 15% dovuta dai Freelancer.

Allora, se sei in possesso di questi requisiti, puoi optare per il Regime Forfettario, un regime agevolato che comporta tanti vantaggi e risparmi fiscali.

Il primo tra tutti l’imposta pari al 5% per i primi cinque anni di attività, ma purchè la nuova attività non sia una mera prosecuzione di un’altra già svolta in precedenza nella forma di lavoro dipendente o autonomo.

Inoltre, non devi aver esercitato nei tre anni precedenti un’attività artistica, professionale o d’impresa, anche in forma associata o familiare.

Per scoprire gli altri vantaggi beneficiabili dall’apertura di una Partita IVA Forfettaria, ti consiglio di leggere attentamente il mio secondo libro.

Piccola parentesi: da pochissimi giorni ho pubblicato il mio secondo libro.

Si chiama Regime Forfettario 2019 ed è un manuale che ti spiegherà tutto ciò che devi necessariamente sapere prima di aprire la tua Partita IVA. Ti spiegherò anche come risparmiare migliaia di Euro in tasse ogni anno. È in vendita esclusivamente su Amazon sia in versione cartacea (14,90 Euro) sia in versione Ebook (9,90 Euro)

Vuoi conoscere meglio il Regime Forfettario?

Regime Forfettario 2020

La prima guida che ti spiega il Nuovo Regime Forfettario anche se non capisci nulla di Fisco

Aprire Partita IVA: quali sono gli adempimenti previdenziali?

Accanto agli aspetti fiscali devono essere tenuti presenti anche quelli previdenziali.

Sia le Start up che i Freelancer devono regolarizzazione la propria posizione nei confronti dell’INPS o di ogni altro Istituto di Previdenza.

Se sei un professionista con un Albo professionale, l’istanza di iscrizione dovrà essere effettuata presso la Cassa previdenziale dell’Ordine di appartenenza.

Se sei un Freelancer senza cassa professionale dovrai iscriverti alla Gestione Separata INPS.

Aprire Partita IVA: quanto mi costa il Commercialista?

Adesso che sei giunto alla fine di questa guida, devo presentarmi: mi chiamo Giampiero Teresi e ho deciso di specializzarmi esclusivamente sul Regime Forfettario.

Per primo in Italia ho sviluppato un Servizio di Contabilità Online ideale per tutti i Freelance, gli Start upper e i lavoratori autonomi che decidono di aprire una partita IVA Forfettaria.

Cosa farò per te?

  • Aprirò la tua Partita IVA
  • Ti offrirò tutta la mia Assistenza 365 giorni l’anno
  • Gestirò la tua Contabilità
  • Invierò la tua Dichiarazione dei Redditi

Il costo del mio Servizio sarà di soli 39 Euro al mese, già comprensivi di IVA, che potrai pagare scegliendo tra 3 comodi e convenienti piani di abbonamento di Consulenza professionale: trimestrale, semestrale o annuale.

Se dovessi avere qualsiasi altro dubbio su quando è obbligatorio aprire una Partita IVA o se volessi ricevere maggiori informazioni sul mio Servizio di Contabilità Online, richiedimi una Consuelnza Gratuita! Ti basterà richiederla sul mio sito www.regime-forfettario.it compilando il form di contatto con tutti i tuoi dati, sarà io stesso a richiamarti entro qualche ora!

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è RICHIEDI-LA-TUACONSULENZA-GRATUITA-1-1-2.jpg

P.S. Esiste un gruppo Facebook creato da me, totalmente dedicato al Regime Forfettario. Se vorrai prendervi parte potrai iscriverti in qualsiasi momento, ti basterà cliccare qui 

A presto
Giampiero Teresi

Guarda il Video completo sul Regime Forfettario

Video Regime Forfettario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.