Regime forfettario e coefficiente redditività: Guida 2019 con esempi

Sei in procinto di aprire una Partita IVA Forfettaria? Quali sono i limiti e la tabella coefficienti di redditività per i lavoratori autonomi che collaborano con Contratto a Partita IVA. Scopriamo in questa guida che cos’è il coefficiente di redditività, quali sono gli step per aprire la P.IVA Forfettaria, i pro e i contro derivanti e i costi del Commercialista.

Dal primo gennaio 2019 il Regime forfettario è stato oggetto di importanti ed interessanti novità: sono stati modificati i requisiti per l’accesso alla Flat Tax del 15% e del 5% per i lavoratori freelancer titolari di Partita IVA.

Ma i coefficienti di redditività non hanno subito alcuna modifica rispetto a quelli dello scorso anno e sono suddivisi in base al codice ATECO comunicato per identificare correttamente la propria attività di business.

Vediamo di fare chiarezza!

Regime Forfettario 2019: novità e requisiti

La Legge di Bilancio 2019, che ha modificato quanto previsto dalla legge n. 190 del 23 dicembre 2014, ai commi da 54 a 89 dell’articolo 1, ha introdotto dall’inizio del corrente anno un unico limite per accedere al conveniente regime forfettario.

A partire dal primo gennaio 2019 è previsto un limite unico pari a 65.000 euro calcolato sull’anno d’imposta precedente.

Anche nel caso di esercizio contemporaneo di più attività economiche contraddistinte da diversi codici ATECO, il calcolo del limite di 65.000 euro dovrà essere effettuato in base alla somma degli introiti relativi alle diverse attività esercitate.

Rispetto al 2018 sono stati eliminati i seguenti requisiti:

  • il limite di 30.000 euro relativo al reddito da lavoro dipendente percepito;
  • il limite di 20.000 euro relativo al costo per beni strumentali,
  • il limite di 5.000 euro per compensi erogati a collaboratori, anche assunti per esecuzione di progetti e relativo alle spese per lavoro accessorio, lavoro dipendente.

Tra le cause di esclusione si ricordano le seguenti: controllo di società a responsabilità limitata e possesso di quote di partecipazione a società ed associazioni, anche di stampo familiare.

Come già anticipato il coefficiente di redditività è un elemento davvero essenziale per capire il calcolo della base imponibile alla quale applicare la flat tax al 5% (per i primi 5 anni di attività) e al 15% (dal sesto anno in poi).

Coefficiente di redditività: che cos’è?

Ai fini del calcolo del reddito, il coefficiente di redditività è la percentuale da considerare sul fatturato totale per ricavare il reddito imponibile su cui computare l’imposta.

Non essendo identico per tutte le tipologie di attività, il coefficiente di redditività cambia in base al codice alfanumerico fornito dalla Camera di Commercio all’apertura di una attività e identificativo dell’attività stessa (Codice ATECO).

Di conseguenza, le diverse attività di business sono assoggettate a differenti coefficienti di redditività da applicare a seconda del settore di attività:

  • industrie alimentari e delle bevande: 40%,
  • intermediari del commercio: 62%,
  • altre attività economiche: 67%,
  • attività professionali, scientifiche, tecniche, sanitarie di istruzione, servizi finanziari e assicurativi, 78%,
  • commercio ambulante non alimentare, 54%,
  • costruzione e attività immobiliari, 86%.

Procediamo con un esempio numerico che consente di capire come si calcola il reddito imponibile.

Regime Forfettario e Coefficiente di redditività: Calcolo del reddito imponibile

Come di procede al calcolo del reddito imponibile?

Partiamo dal Reddito lordo, ovvero dal totale dei compensi introitati in un anno di attività e risultanti dalle fatture emesse.

Dal reddito lordo si applica il coefficiente di redditività ovvero la percentuale – in base al Codice ATECO – per le spese annuali.

Il risultato ottenuto è il reddito imponibile, sul quale vanno calcolati i contributi e le tasse.

Ho già scritto un articolo indicando tutti i Coefficienti di Redditività suddivisi per i vari Codici ATECO che potrai trovare qui: Coefficienti di Redditività

Facciamo due esempi:

I esempio

  • Maria è una commerciante e introita 40.000 euro l’anno (reddito lordo).
  • Coefficiente di redditività: 40%
  • Reddito imponibile: 16.000 euro.

II esempio

  • Marco è veterinario e introita all’anno 60.000 euro (reddito lordo)
  • Coefficiente di redditività: 78%
  • Reddito imponibile: 46.800 euro.

Dal Reddito Imponibile, inoltre, sarà possibile detrarre tutti i Contributi Previdenziali pagati verso l’ INPS o verso la propria Cassa di appartenenza.

Regime Forfettario e coefficiente di redditività: vantaggi e svantaggi

Quali sono i vantaggi derivanti dall’apertura della Partita IVA Forfettaria per l’anno 2019?

Per chi è in possesso dell’unico requisito richiesto dalla normativa vigente (limite di fatturato pari a 65.000 euro), aprire la Partita Forfettaria è il modo più efficace per pagare meno tasse.

I vantaggi derivanti dall’apertura del Regime Forfettario possono essere sintetizzati nei seguenti:

  • aliquota al 5% (per i primi 5 anni di attività) o al 15% (dal sesto anno in poi),
  • semplificazioni contabili,
  • esenzione ritenuta d’acconto,
  • esenzione IVA,
  • esonero da studi di settore ed esterometro,
  • esonero da fatturazione elettronica.

I contro? Beh, l’unico svantaggio è che l’unica spesa deducibile, oltre il Coefficiente di Redditività, è quella relativa ai contributi previdenziali da versare all’INPS (o alla Cassa di riferimento).

Come aprire Partita IVA Forfettaria?

Se ti stai chiedendo come districarti tra apertura della Partita IVA, Codice ATECO, regime forfettario e coefficiente redditività, è bene farsi assistere da un Commercialista.

È necessario scaricare il modello AA9/12 dal sito dell’Agenzia delle Entrate e allegare tutti i documenti che devono essere inviati telematicamente o con raccomandata con ricevuta di ritorno.

Piccola parentesi: da pochissimi giorni ho pubblicato il mio secondo libro.

Si chiama Regime Forfettario 2019 ed è un manuale che ti spiegherà tutto ciò che devi necessariamente sapere prima di aprire la tua Partita IVA. Ti spiegherò anche come risparmiare migliaia di Euro in tasse ogni anno. È in vendita esclusivamente su Amazon sia in versione cartacea (14,90 Euro) sia in versione Ebook (9,90 Euro)

Vuoi conoscere meglio il Regime Forfettario?

Regime Forfettario 2019

La prima guida che ti spiega il Nuovo Regime Forfettario anche se non capisci nulla di Fisco

+100 recensioni di lettori entusiasti.
Il libro che ti insegna tutto quello che devi sapere sul Regime Forfettario.

Costi Commercialista Partita IVA Forfettaria

Quanto costa il Commercialista per chi apre la Partita IVA Forfettaria? Un Commercialista “classico” per la gestione di una Partita IVA nel Regime Forfettario ha una tariffa media di 1.000-1.200 Euro annuali. Adesso però vorrei parlarti del mio Servizio di Contabilità Online che sono sicuro troverai molto conveniente.

Mi chiamo Giampiero Teresi, e nel 2014 per primo in Italia ho sviluppato un Servizi di Contabilità Online interamente specializzato nel Regime Forfettario. Lavoro completamente da remoto e non sarà mai necessaria tatua presenza fisica per tutti gli adempimenti burocratici.

Nello specifico mi occuperò di:

  • Aprire la tua Partita IVA
  • Gestire la tua Contabilità
  • Inviare la tua Dichiarazione dei Redditi
  • Offrirti tutta la mia Assistenza 365 giorni l’ anno.

Il costo di tutto ciò sarà di soli 39 Euro al mese, già compressivi di IVA, che potrai pagare scegliendo tra 3 tipi di Abbonamento: trimestrale, semestrale o annuale.

Se dovessi avere qualsiasi altro dubbio sul Coefficiente di Redditività nel Regime Forfettario o se volessi ricevere maggiori informazioni sul mio Servizio di Contabilità Online, richiedimi una Consulenza Gratuita! Ti basterà richiederla sul mio sito www.regime-forfettario.it compilando il form di contatto con tutti i tuoi dati, sarà io stesso a richiamarti entro qualche ora!

P.S. Esiste un gruppo Facebook creato da me, totalmente dedicato al Regime Forfettario. Se vorrai prendervi parte potrai iscriverti in qualsiasi momento, ti basterà cliccare qui 

A presto
Giampiero Teresi

Guarda il Video completo sul Regime Forfettario

Video Regime Forfettario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.