Contratto a Partita IVA: Guida all’apertura, tassazione e costi Commercialista

Con la trasformazione digitale e con il cambiamento del mercato organizzativo, si è assistito ad una proliferazione della richiesta del contratto a Partita IVA.

Sono molti i lavoratori autonomi, ma anche dipendenti che vengono assunti con contratto a Partita IVA.

L’abuso di questa tipologia di contratto in Italia ha esasperato i pregiudizi negativi: si sente spesso dire che lavorare con la Partita IVA sia una situazione di ripiego, un lavoro di serie B non protetto e si sia vittime di un “profittatore”.

La maggior parte dei candidati ritengono che lavorar con il contratto a Partita IVA non sia una vera e propria opportunità.

Ma, è veramente così? Bisogna imparare a distinguere caso per caso perché non tutte le offerte di lavoro regolate da Partita Iva sono abusi, e non sempre significa avere una prospettiva precaria.

Quali sono le casistiche in cui accettare un contratto di Partita IVA può risultare assai conveniente? Scopriamolo in questa guida e vediamo gli step necessari per aprire la Partita IVA e quale regime fiscale scegliere per lavorare con il Contratto a Partita IVA. Ti senti pronto per iniziare? Bene, allora procediamo …

Lavorare con Contratto a Partita IVA: quando conviene?

Non è sempre vero che accettare un lavoro con Contratto a Partita IVA è un mero ripiego. Anzi, a volte, può rivelarsi la scelta vincente per realizzare un sogno nel cassetto e per inizia a lavorare in proprio raggiungendo i frutti sperati e buone entrate monetarie.

Ecco 4 casistiche in cui conviene valutare la possibilità di iniziare a lavorare con la Partita IVA.

Lavorare con la Partita IVA in una PMI o in una Start up

Si può valutare una collaborazione con Contratto a Partita IVA se la proposta arriva da una realtà imprenditoriale piccola o da una Start up in fase di lancio: è come se rischiassimo insieme all’imprenditore.

Se crediamo nel progetto, allora possiamo metterci in gioco e aprire la Partita IVA.

E, se il datore di lavoro volesse investire sulla nostra formazione, sarebbe conveniente lavorare con Contratto di Partita IVA? Sicuramente, la risposta è affermativa, specie se il committente dimostra di voler investire su di noi nel lungo termine.

Lavorare con Contratto Partita IVA nel settore commerciale

Se si auspica a lavorare nel settore commerciale ed il ruolo richiede un certo spirito d’intraprendenza e d’indipendenza professionale, conviene aprire la Partita IVA.

Si pensi, ad esempio, alla figura del Promotore Finanziario che colloca sul mercato i prodotti di una banca o di una SIM o di una SGR, in questi casi, è necessario una spiccata attitudine alla vendita, tanta intraprendenza, forte motivazione, spirito imprenditoriale e autonomia nell’organizzazione del lavoro.

Datore di lavoro come cliente numero 1

E, se il datore di lavoro si ponesse come cliente numero 1? Allora, in questo caso, conviene lavorare con Contratto di Partita IVA: il datore di lavoro/committente ci apprezzerà per la nostra capacità di produrre, e ci darà una mano a presentare i servizi o a promuovere i prodotti.

Lavorare a Partita IVA in una situazione di transizione

Stiamo vivendo una fase di difficoltà economica? Siamo in uno stato di disoccupazione e non sappiamo come sbarcare il lunario? Aprire la Partita IVA può essere la soluzione per auto-motivarsi e per portare a casa il proprio stipendio.

Inoltre, in certi casi, lavorare con Contratto di Partita IVA, ci consente di maturare nuove esperienze in un settore professionale in cui vediamo prospettive interessanti, e in cui non abbiamo ancora conoscenze consolidate.

Lavorare in proprio con Contratto di Partita IVA: come iniziare?

Quali sono gli step necessari per aprire la Partita IVA e realizzare il proprio sogno nel cassetto? Sono tantissime le idee da valutare per iniziare a lavorare con Contratto di Partita IVA, ma come procedere con l’apertura della P.IVA?

In questa delicatissima fase è facilissimo sbagliare, per questo è buon consiglio affidarsi alla Consulenza di un Commercialista.

Quali sono i documenti per aprire la Partita IVA? Devi sapere che aprire la Partita IVA comporta l’adempimento di tutti gli oneri amministrativi, fiscali e previdenziali.

In ogni caso, si deve presentare il modello AA9/12 o AA7/10 (scaricabili dal sito dell’Agenzie delle Entrate) ed allegare i documenti (carta d’identità in corso di validità, codice fiscale) per aprire la Partita IVA, che dovranno essere presentati all’Agenzia delle Entrate, o inviati a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, o telematicamente grazie al modello della Comunicazione Unica o per intermediario abilitato.

Si dovrà procedere alla scelta del Codice ATECO per inquadrare correttamente l’attività professionale svolta, e si procederà alla scelta del regime fiscale più conveniente.

N.B: attenzione alla tassazione con Contratto di Partita IVA.

Se dovessi avere bisogno di aiuto per aprire la tua Partita IVA posso offrirti una Consulenza Gratuita. Ti basterà richiederla sul mio sito www.regime-forfettario.it compilando il form di contatti con tutti i tuoi dati. Sarò io stesso a richiamarti telefonicamente entro qualche ora e cercherò di chiarire tutti i tuoi dubbi.

Contratto Partita IVA Forfettaria 2019: conviene?

Quale Partita IVA conviene aprire nel 2019? Lavorare in proprio con il Contratto di Partita IVA Forfettaria è ancora più conveniente ed economico! Forse, non sai che a partire dal primo gennaio 2019 potrai beneficiare di interessanti risparmi fiscali grazie al Regime Forfettario.

Ma, quali sono i requisiti che devi rispettare? Vi è un unico limite: non eccedere i 65.000 euro di ricavi all’anno.

Sono esclusi dal Regime Forfettario:

  • i titolari di Partita IVA che esercitano un’attività d’impresa, arti o professioni e partecipano, contemporaneamente all’esercizio dell’attività, a società di persone, ad associazioni o a imprese familiari,
  • titolari di Partita IVA che controllano direttamente o indirettamente una SRL o associazioni in partecipazione,
  • i titolari di partita IVA che percepiscono compensi da soggetti agli stessi direttamente o indirettamente riconducibili o da soggetti dai quali hanno percepito redditi da lavoro dipendente nei due anni precedenti.

Vantaggi Contratto Partita IVA Forfettaria 2019

Quali sono i vantaggi derivanti dal Contratto di Partita IVA Forfettari? Sintetizziamoli:

  • nessun vincolo anagrafico all’adozione del regime forfettario;
  • un’imposta sostitutiva del 15% o al 5% per i primi cinque anni;
  • non applicazione dell’IVA;
  • semplicità di calcolo imposta sostitutiva;
  • assenza di tenuta della contabilità compreso la tenuta dei registri ai fini IVA;
  • non applicazione dell’Irap;
  • eliminazione della condizione della prevalenza del reddito di impresa rispetto a quello da lavoro dipendente;
  • non presentazione degli studi di settore.

Piccola parentesi: da pochissimi giorni ho pubblicato il mio secondo libro.

Si chiama Regime Forfettario 2019 ed è un manuale che ti spiegherà tutto ciò che devi necessariamente sapere prima di aprire la tua Partita IVA. Ti spiegherò anche come risparmiare migliaia di Euro in tasse ogni anno. È in vendita esclusivamente su Amazon sia in versione cartacea (14,90 Euro) sia in versione Ebook (9,90 Euro)

Vuoi conoscere meglio il Regime Forfettario?

Regime Forfettario 2020

La prima guida che ti spiega il Nuovo Regime Forfettario anche se non capisci nulla di Fisco

Contratto di Partita IVA: Costi Commercialista

Hai dubbi sui Costi del Commercialista? Forse, non conosci ancora il mio Servizio di contabilità online dedicato a chi lavora con Contratto di Partita IVA e non prevede costi occulti, ma solo tariffe trasparenti!

Le mie interessanti tariffe comportano la scelta di un piano di abbonamento:

  • trimestrale 117 euro (39 euro al mese),
  • semestrale 217 euro (36 euro al mese),
  • annuale 397 euro (33 euro al mese).

Ho sviluppato un Servizio di Contabilità Online specializzato nel Regime Forfettario, mi occuperò di tutto ciò di cui si occupa un Commercialista “classico” con il vantaggio di poter lavorare Online da remoto, senza la necessità della presenza fisica.

Nello specifico tramite il mio Servizio di Contabilità mi occuperò di:

  • Aprire la tua Partita IVA
  • Gestire la tua Contabilità
  • Compilare ed inviare la tua Dichiarazione dei Redditi
  • Offrirti tutta la mia Assistenza 365 giorni l’ anno

Il costo di tutto ciò sarà di soli 39 Euro al mese, già comprensivi di IVA, che potrai pagare scegliendo tra 3 tipi di Abbonamento: trimestrale, semestrale o annuale.

Se ancora non dovessi fidarti, ti consiglio di leggere le Recensioni dei miei clienti.

Se dovessi avere qualsiasi altro dubbio sul contratto a Partita IVA o se volessi ricevere maggiori informazioni sul mio Servizio di Contabilità Online, richiedimi una Consulenza Gratuita! Ti basterà richiederla sul mio sito www.regime-forfettario.it compilando il form di contatto con tutti i tuoi dati, sarà io stesso a richiamarti entro qualche ora!

P.S. Esiste un gruppo Facebook creato da me, totalmente dedicato al Regime Forfettario. Se vorrai prendervi parte potrai iscriverti in qualsiasi momento, ti basterà cliccare qui 

A presto
Giampiero Teresi

Guarda il Video completo sul Regime Forfettario

Video Regime Forfettario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.