Lavorare con Partita IVA: cosa significa, vantaggi e svantaggi

Negli ultimi tempi lavorare con la Partiva IVA o in proprio sembra essere diventata una moda, o meglio una tendenza: si tratta di un vero e proprio boom che sta conquistando sia i giovani che gli over 40enni che decidono di iniziare ad intraprendere un’attività imprenditoriale in autonomia.

Ma, cosa significa iniziare a lavorare con la Partita IVA? Quali sono gli adempimenti fiscali da rispettare? Quali i vantaggi e gli svantaggi? Quali sono i costi del Commercialista per chi desidera iniziare a lavorare in proprio con la Partita IVA? Sono tantissimi i quesiti a cui si deve dare una risposta, ma non sempre si hanno le idee chiare!

Per questo, ho deciso di raccogliere in questa guida tutte le informazioni utili e necessarie per aprire una Partita IVA e iniziare a lavorare in autonomia.

Ti senti pronto per iniziare? Bene, allora continua a leggere e scopri come aprire la Partita IVA per lavorare in proprio!

Lavorare con la Partita IVA: un rischio o un’opportunità?

Ma, allora, lavorare con la Partita IVA è davvero un’opportunità? Quali sono i rischi e i costi derivanti dal lavorare in autonomia? Lavorare con la Partita IVA è un’opportunità interessante, specialmente per i giovani che stanno cercando un proprio sbocco lavorativo e non riescono a trovare sul mercato del lavoro una professione che li appaghi veramente.

Mettersi in proprio ed aprire la Partita IVA per costruire una carriera davvero soddisfacente ed appagante è davvero possibile.

Ma, attenzione, lavorare con Partita IVA è tutt’altro che una semplice passeggiata, specie all’inizio quando non si ha raggiunto ancora il punto di pareggio (ricavi = costi).

Si tratta di una scelta che comporta l’assunzione di parecchie responsabilità e di non pochi rischi correlati derivanti dall’apporto di capitale proprio, che viene investito in una qualsiasi attività economica.

Infatti, lavorare con la Partita IVA, oltre ad essere un’opportunità per quanti decidono di realizzare un sogno nel cassetto o di avviare una Start up, comporta il rispetto di tanti adempimenti di natura fiscale e previdenziale.

Versare le tasse e i contributi previdenziali è un obbligo da rispettare e da adempiere costantemente per evitare di incorrere in sanzioni gravi.

Ciò comporta tanti sacrifici ed una buona gestione della tesoreria e dei flussi di entrata e di uscita monetaria.

Lavorare con la Partita IVA: cosa significa?

Cosa significa aprire una Partita IVA per iniziare a lavorare in maniera autonoma?  Quando pensiamo al mercato occupazionale, subito pensiamo al lavoro da dipendente con contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Un vero miraggio oggi, specie per i giovani! Lavorare in proprio con la Partita IVA ed intraprendere un’attività in proprio comporta sicuramente maggiori rischi, ma anche maggiori soddisfazioni dato che ogni giorno ci si impegna per coltivare un sogno nel cassetto.

Impegno, fatica e tempo saranno ricompensati nel lungo termine. L’importante è rispettare gli adempimenti che sorgono quando si apre una Partita IVA.

Ma, chi sono coloro che possono lavorare con la Partita IVA? Tutti coloro che avviano una start up, gli imprenditori, i Commercianti, gli Artigiani, i Freelancer (compresi i nomadi digitali), i Liberi Professionisti (Architetti, Medici, Avvocati, Ingegneri etc.).

Ma, non solo, anche i lavoratori dipendenti assunti in un’azienda privata o i lavoratori del pubblico impiego possono valutare la possibilità di aprire una Partita IVA e realizzare un sogno nel cassetto.

Per maggiori informazioni, ti consiglio di leggere questo articolo di approfondimento.

Lavorare in proprio: quali sono gli obblighi da rispettare?

Una volta compreso che lavorare in proprio è un’opportunità davvero promettente, bisogna anche rispettare gli obblighi fiscali e previdenziali.

Infatti, lavorare con la Partita IVA comporta l’adempimento di tutte le scadenze previste dal calendario fiscale fissate dall’Agenzia delle Entrate.

Inoltre, si è tenuti osservare una serie di adempimenti tra cui: il versamento dei contributi alla propria Cassa Previdenziale.

A tale proposito, ricordo in questa sede che occorre differenziare le varie categorie di lavoratori autonomi: alcuni lavoratori con Partita IVA sono iscritti ad una Cassa (come, ad esempio, gli avvocati, gli ingegneri, gli architetti, i medici, ma anche i giornalisti, gli psicologi, etc.).

Altri Freelancer (copywriter, UX designer, Web Designer, Social Media Manager, etc.) non hanno una propria Cassa e versano i contributi alla cosiddetta Gestione Separata INPS.

Lavorare con la Partita IVA comporta responsabilità, impegno, capacità di gestire la liquidità ed il ciclo di entrate-uscite monetarie e rispondere in prima persona ad eventuali omissioni ed errori compiuti nello svolgimento della propria attività.

Chi sceglie di lavorare con Partita IVA deve:

  • versare le imposte all’Agenzia delle Entrate,
  • versare i contributi alla Cassa di riferimento (o alla Gestione Separata INPS),
  • gestire il ciclo entrate-uscite monetarie
  • compilare e presentare la dichiarazione annuale dei redditi.

Ti sembra tutto compilato? Se dovessi avere bisogno di aiuto posso offrirti una Consulenza Gratuita. Ti basterà richiederla sul mio sito www.regime-forfettario.it compilando il form di contatti con tutti i tuoi dati. Sarò io stesso a richiamarti telefonicamente entro qualche ora e cercherò di chiarire tutti i tuoi dubbi.

Come aprire la Partita IVA?

Per aprire la Partita IVA, è necessario affidarsi ad un Commercialista di fiducia.

Occorre compilare il modello AA9/12 scaricabile dal sito dell’Agenzia delle Entrate, i cui dati richiesti devono essere forniti obbligatoriamente per comunicare l’inizio attività, ed allegare documento in corso di validità (carta d’identità) e codice fiscale.

Il modello può essere trasmesso telematicamente dall’interessato o dal Commercialista. Inoltre, dovrai scegliere il Codice ATECO da comunicare all’Amministrazione fiscale per inquadrare perfettamente la tua attività.

Infine, dovrai scegliere il regime fiscale più conveniente e iniziare a versare i contributi previdenziali.

I costi per aprire la Partita IVA sono pari a 0.

Ma, quale Partita IVA scegliere?

Partita IVA Forfettaria: quali sono i vantaggi?

Le modalità di gestione della tua Partita IVA variano, a seconda del regime fiscale scelto. Quale Partita IVA conviene aprire?

Per l’anno 2019, chi decide di mettersi in proprio e lavorare con la Partita IVA e percepisce un reddito annuo non superiore a 65.000 euro, la soluzione più vantaggiosa è il cosiddetto Regime Forfettario.

Introdotta con la nuova Legge di Bilancio, la Flat Tax al 15% o al 5% (per i primi cinque anni di attività) permetterà l’adesione ad un maggiore numero di lavoratori che desiderano mettersi in proprio con un notevole risparmio di imposte.

Ecco tutti i vantaggi derivanti dall’apertura di una Partita IVA Forfettaria:

  • nessuna emissione di fattura elettronica verso privati,
  • tassazione IRPEF più bassa,
  • nessuna ritenuta d’acconto,
  • esenzione dall’IVA,
  • semplificazioni contabili

Piccola parentesi: da pochissimi giorni ho pubblicato il mio secondo libro.

Si chiama Regime Forfettario 2019 ed è un manuale che ti spiegherà tutto ciò che devi necessariamente sapere prima di aprire la tua Partita IVA. Ti spiegherò anche come risparmiare migliaia di Euro in tasse ogni anno. È in vendita esclusivamente su Amazon sia in versione cartacea (14,90 Euro) sia in versione Ebook (9,90 Euro)

Vuoi conoscere meglio il Regime Forfettario?

Regime Forfettario 2020

La prima guida che ti spiega il Nuovo Regime Forfettario anche se non capisci nulla di Fisco

Lavorare con la Partita IVA: Costi Commercialista

Vuoi ricevere maggiori informazioni per lavorare con la Partita IVA? Che aspetti? Chiamami per richiedere una Consulenza personalizzata e scopri le mie Tariffe.

Ho sviluppato un Servizio di Contabilità Online specializzato nel Regime Forfettario, mi potrò occupare di tutto ciò di cui si occupa un Commercialista “classico” con il vantaggio di poter lavorare da remoto, senza la necessità di doverci incontrare di persona.

Nello specifico tramite il mio Servizio di Contabilità mi occuperò di:

  • Aprire la tua Partita IVA
  • Gestire la tua Contabilità
  • Compilare ed inviare la tua Dichiarazione dei Redditi
  • Offrirti tutta la mia Assistenza 365 giorni l’ anno

Il costo di tutto ciò sarà di soli 39 Euro al mese, già comprensivi di IVA, che potrai pagare scegliendo tra 3 tipi di Abbonamento: trimestrale, semestrale o annuale.

Se dovessi avere qualsiasi altro dubbio sul come lavorare con Partita IVA o se volessi ricevere maggiori informazioni sul mio Servizio di Contabilità Online, richiedimi una Consulenza Gratuita! Ti basterà richiederla sul mio sito www.regime-forfettario.it compilando il form di contatto con tutti i tuoi dati, sarà io stesso a richiamarti entro qualche ora!

P.S. Esiste un gruppo Facebook creato da me, totalmente dedicato al Regime Forfettario. Se vorrai prendervi parte potrai iscriverti in qualsiasi momento, ti basterà cliccare qui 

A presto
Giampiero Teresi

Guarda il Video completo sul Regime Forfettario

Video Regime Forfettario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.