Come si accede al cassetto fiscale dell’Agenzia delle Entrate nel 2022

Ecco come consultare il proprio cassetto fiscale dopo le recenti modifiche

Stai avendo problemi ad accedere al tuo cassetto fiscale e non hai la più pallida idea di quale sia la motivazione? O, magari, stai riflettendo sull’opportunità di aprire una Partita IVA per lavorare in proprio e stai raccogliendo informazioni su tutte le azioni che dovrai compiere, inclusa la registrazione al sito dell’Agenzia delle Entrate per consultare il tuo cassetto fiscale?

Nelle prossime righe ti spiegherò come accedere a questa sezione del sito dell’ente e quali sono i servizi principali che troverai.

Hai fatto la richiesta del PIN per accedere al cassetto fiscale? Tutto da rifare

In passato hai già avuto modo di accedere al tuo cassetto fiscale ma ora non riesci più a effettuare il login? La causa più probabile di questa tua difficoltà è che tu abbia tentato di effettuare l’accesso con le credenziali fornite dall’Agenzia delle Entrate.

Questa modalità, tra le più utilizzate, prevedeva l’inserimento di un nome utente, una password e un codice PIN che veniva assegnato in due parti: la prima parte veniva inviata in via telematica al momento dell’iscrizione all’area riservata del sito ufficiale dell’ente, mentre la seconda veniva spedita a casa tramite posta.

Ebbene, devi sapere che a partire dal 1° gennaio 2022 questa opzione non è più disponibile; pertanto, se desideri accedere al tuo cassetto fiscale, indipendentemente dal fatto che tu sia una persona fisica o un possessore di Partita IVA forfettaria, ordinaria o semplificata, dovrai correre ai ripari utilizzando le opzioni di accesso attualmente disponibili.

Vediamo subito quali sono.

Leggi anche: Partita IVA karaoke: come procedere per essere in regola

Accedere al cassetto fiscale con SPID: l’opzione migliore

A partire dal nuovo anno è possibile accedere all’area riservata dell’Agenzia delle Entrate per la consultazione del cassetto fiscale esclusivamente con tre sistemi:

  • lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale);
  • la CIE (Carta di Identità Elettronica);
  • la CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

Sia la CIE sia la CNS necessitano di un lettore di carte USB da collegare al proprio computer, caratteristica che rende queste modalità di accesso piuttosto scomode. Ipotizziamo, infatti, che tu abbia bisogno di visionare il tuo cassetto fiscale mentre sei imbottigliata/o in mezzo al traffico e non abbia a portata di mano né il PC né il lettore. Bel problema, non credi?

Dato che il cassetto fiscale è consultabile anche dal tuo smartphone, sarai d’accordo con me sul fatto che la soluzione migliore da adottare sia lo SPID. Questo sistema, oltre a essere facilmente ottenibile, si può utilizzare anche per accedere ai siti di altri siti istituzionali, come quello dell’INPS e del tuo comune di residenza.

Piccola parentesi: potrebbe interessarti il mio nuovo libro.

Si intitola Regime Forfettario 2020 ed è un manuale che ti spiegherà tutto ciò che devi necessariamente sapere prima di aprire la tua Partita IVA. Ti svelerò anche in che modo potresti risparmiare migliaia di euro in tasse ogni anno. È in vendita esclusivamente su Amazon sia in versione cartacea (15,50 €) sia in versione e-book (9,90 €)

Vuoi conoscere meglio il Regime Forfettario?

Regime Forfettario 2020

La prima guida che ti spiega il Nuovo Regime Forfettario anche se non capisci nulla di Fisco

Ma vediamo come si accede al cassetto fiscale con lo SPID.

Tanto per cominciare, dovrai fare richiesta di questo strumento digitale tramite uno dei tanti servizi abilitati alla sua erogazione. Personalmente, ti consiglio di richiederlo alle Poste Italiane. Una volta che sarai in possesso dello SPID, dovrai entrare nel sito dell’Agenzia delle Entrate, fare clic su “Area riservata” e selezionare l’opzione “Entra con SPID”.

Come vedi nell’immagine qui sotto, si aprirà un menù a tendina che ti mostrerà i vari erogatori del servizio. Seleziona quello che hai utilizzato per ottenere lo SPID, inserisci nome utente e password, e richiedi la verifica tramite l’App generator.

Consultazione cassetto fiscale

Apri l’applicazione del servizio erogatore dal tuo smartphone, copia il codice generato e inseriscilo nell’apposito campo nel sito dell’ente. A questo punto non devi fare altro che cliccare su “Conferma” e successivamente su “Autorizza”.

Ecco fatto. Ora sei dentro!

A cosa serve il cassetto fiscale dell’Agenzia delle Entrate

Se utilizzavi il cassetto fiscale prima della modifica riguardante le modalità di accesso, ipotizzo che tu sappia già quali siano i servizi disponibili al suo interno. Se, invece, stai per registrarti al sito dell’Agenzia delle Entrate per la prima volta, probabilmente vorrai conoscere le varie sezioni presenti.

Vediamo quali sono.

I dati anagrafici

In questa sezione troverai tutti i tuoi dati identificativi, come nome, cognome, data di nascita, codice fiscale, indirizzo di residenza e, se ne sei in possesso, il numero di Partita IVA, i codici ATECO a essa relativi, la data di inizio attività e l’eventuale abilitazione al VIES per effettuare operazioni intracomunitarie.

Le dichiarazioni fiscali

In questa sezione potrai accedere a tutte le tue precedenti dichiarazioni fiscali. Al suo interno sono presenti diverse sottosezioni, ognuna delle quali è dedicata ai diversi modelli:

  • modello 730;
  • modello UNICO;
  • modello 730 precompilato;
  • dichiarazione IVA;
  • dichiarazione IRAP;
  • ecc.

Tutte le dichiarazioni fiscali qui presenti sono scaricabili in formato PDF.

Dichiarazione precompilata

In questa sezione sarà possibile consultare la dichiarazione dei redditi precompilata sia per il modello 730 sia per il modello UNICO. Naturalmente, sarai libera/o di accettarla così com’è o modificarla.

Certificazioni Uniche

Questa sezione è una delle più importanti del cassetto fiscale. Qui potrai reperire eventuali certificazioni rilasciate dai vari datori di lavoro o committenti. Anche nel caso in cui un committente non rilasci la certificazione unica cartacea, questa sarà disponibile in qualsiasi momento in formato digitale.

Leggi anche: Ecobonus e regime forfettario: tutto ciò che devi sapere

Comunicazioni di irregolarità

Nel caso in cui dovessero emergere irregolarità nelle tue dichiarazioni fiscali, l’Agenzia delle Entrate provvederà a comunicartele via PEC o raccomandata. In ogni caso, le comunicazioni saranno disponibili anche in questa sezione.

Crediti Fiscali

In questa sezione potrai visionare tutte le informazioni relative a eventuali crediti di imposta nei confronti dell’erario.

Versamenti

In questa sezione troverai tutti i modelli di pagamento presentati nei vari anni di imposta con le relative quietanze di pagamento.

Dati di registro 

Qui troverai tutti i dati catastali degli immobili di tua proprietà. Questa sezione risulterà importante soprattutto per il pagamento della TASI, dell’IMU e per conoscere le varie rendite catastali degli immobili di proprietà.

In conclusione

Come avrai potuto notare, le funzioni del cassetto fiscale sono davvero tante e molto utili, soprattutto se possiedi una Partita IVA.

A tal proposito, voglio informarti di una cosa: sia che tu conduca già un’attività in proprio sia che tu stia pensando di intraprendere la strada del lavoro autonomo aprendo Partita IVA, io posso darti tutte le informazioni riguardanti l’adozione del regime forfettario, il regime fiscale più vantaggioso d’Italia.

Da anni, infatti, offro un servizio di consulenza fiscale online dedicata esclusivamente ai forfettari con un sistema di abbonamento molto conveniente.

Compila il Form di Contatto sul mio sito internet www.regime-forfettario.it. Sarò io stesso a richiamarti nel giro di qualche ora per chiarire qualsiasi dubbio (tariffe comprese).

Richiedi-Consuelnza-Gratuita

Ti ricordo che, per qualsiasi tipo di considerazione, hai la possibilità di commentare questo articolo.

P.S. Ho anche creato un Gruppo di discussione Facebook riguardante il Regime Forfettario; se vuoi iscriverti, non devi fare altro che cliccare qui.

A presto
Giampiero Teresi

Guarda il Video completo sul Regime Forfettario

Video Regime Forfettario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.