Partita IVA per DJ: come procedere con l’apertura?

Diventare DJ Freelancer è sicuramente il sogno di molti giovani in cerca di lavoro.

Anche chi è già “datato” può, comunque, continuare a svolgere la professione di DJ e lavorare in numerosi settori: locali notturni, lounge bar, cafè, disco pub, matrimoni, feste private, eventi particolari, feste locali, nazionali o concerti.

Insomma, la figura del DJ riscuote grande successo e rappresenta una vera opportunità di business sia per i giovanissimi che per gli over 40enni.

Scopriamo in questa guida come aprire Partita IVA per DJ, quali sono i costi, l’iter, la documentazione da presentare e quale Codice ATECO scegliere.

Infine, analizziamo il migliore Regime fiscale per aprire la Partita IVA per DJ.

Partita IVA per DJ: come diventare DJ?

Prima di focalizzare l’attenzione sull’iter necessario per aprire la Partita IVA per DJ, è fondamentale sapere come diventarlo.

Scegliere il genere di musica

È necessario scegliere prima di tutto il genere o i generi musicali su cui vorrai focalizzarti.

Segui il tuo istinto e creati una nicchia di mercato per battere la concorrenza: ti consiglio di scegliere il genere o i generi che più ti appassionano e apprezzi.

La strada sarà ben spianata!

Tra i principali generi più apprezzati nei locali disco e pub: Techno, Minimal, House, Drum’n Bass, Hip hop, anni ’80, Latino-Americana, etc.

Attenzione all’attrezzattura da DJ

Una volta scelto il genere di musica su cui concentrarti è arrivato il momento di scegliere quale attrezzatura utilizzerai per la tua serata.

Acquista le canzoni che suonerai nei tuoi Dj-set

Dopo aver scelto l’attrezzatura necessaria, dovrai acquistare le canzoni che preferisci.

In questo caso, grazie alla Rete Internet potrai acquistare le canzoni che più preferisci in modo semplice e veloce.

Online ci sono interessanti portali per i DJ che consentono di trovare tutti i brani più conosciuti e non di artisti di fama internazionale.

Un’interessante App è iTunes.

Stipulare il contratto con la SIAE

Stipula il contratto con la SIAE per suonare le canzoni tutelate da copyright.

Basta compilare il modulo scaricabile sul sito e sottoscrivere uno dei seguenti costi:

  • € 200,00+10,00 diritti di segreteria +IVA =€ 254,10 (fino a 2.000 copie lavoro)
  • € 400,00+10,00 diritti di segreteria + IVA=€ 496,10 (fino a 5.000 copie lavoro)
  • € 600,00+10,00 diritti di segreteria + IVA=€ 738,10 (oltre 5.000 copie lavoro)

Per iniziare si può optare la prima scelta.

Promozione e pubblicità nei locali

Adesso che sei in regola devi necessariamente promuovere la tua attività di DJ.

Come fare? In questo caso i Social sono di grande ausilio: creati una pagina sui principali Social tra cui Facebook, Twitter, Youtube, Instagram etc.

Inizia a pubblicizzare l’evento a cui parteciperai sul web.

Inoltre, puoi crearti un sito web personale con un blog o affiancare anche l’attività di DJ a quella di blogger.

Aprire Partita IVA per DJ: come fare?

Anche se all’inizio potrai lavorare con ritenuta d’acconto, con il passare del tempo e con l’aumento degli introiti dovrai necessariamente valutare l’apertura della Partita IVA.

Come ogni altra attività professionale, svolgere l’attività di DJ in modo continuativo e abituale comporta l’obbligo di aprire la Partita IVA per DJ.

Aprire la Partita IVA come DJ è semplice, basta compilare il modello scaricabile dal sito dell’Agenzia delle Entrate (Modello AA9/12).

Sui documenti e sulle tempistiche per aprire la Partita IVA ti consiglio di leggere le guide dedicate.

Partita per DJ: Codice ATECO

Una volta aperta la Partita IVA dovrai scegliere e comunicare il seguente Codice ATECO: 90.01.09 (altre attività di rappresentazioni artistiche).

Partita IVA per Deejay: Regime Forfettario 2019

Quale regime fiscale scegliere per svolgere la professione del DJ? Devi sapere che dal primo gennaio 2019 il regime fiscale più conveniente è quello Forfettario.

Per aderire al Forfettario è necessario non eccedere i 65.000 euro di fatturato annuo per il corrente anno 2019. Per il 2020 ti consiglio di leggere questa guida con le possibili novità.

Il coefficiente di redditività del DJ è del 67%.

Ipotizziamo che un DJ guadagna durante l’anno 30.000 €.

Dato che è una start-up pagherà il 5% di tasse sul 67% di 30.000 € ovvero 1.005 €.

Tra i vantaggi derivanti dall’apertura di una Partita Iva Forfettaria ricordiamo:

  • tassazione IRPEF più bassa,
  • nessuna emissione di fattura elettronica verso privati,
  • tempistiche veloci,
  • esenzione dall’IVA,
  • nessuna ritenuta d’acconto,
  • semplificazioni contabili.

Grazie alla Partita IVA Forfettaria puoi dire addio all’IRES, IRAP e IRPEF e puoi disporre di un’aliquota sostitutiva del 15% o del 5% (per i primi 5 anni di attività).

Ti sembra tutto molto complicato? Se dovessi avere bisogno di aiuto posso offrirti una Consulenza Gratuita. Ti basterà richiederla sul mio sito www.regime-forfettario.it compilando il form di contatti con tutti i tuoi dati. Sarò io stesso a richiamarti telefonicamente entro qualche ora e cercherò di chiarire tutti i tuoi dubbi.

Piccola parentesi: da pochissimi giorni ho pubblicato il mio secondo libro.

Si chiama Regime Forfettario 2019 ed è un manuale che ti spiegherà tutto ciò che devi necessariamente sapere prima di aprire la tua Partita IVA. Ti spiegherò anche come risparmiare migliaia di Euro in tasse ogni anno. È in vendita esclusivamente su Amazon sia in versione cartacea (14,90 Euro) sia in versione Ebook (9,90 Euro)

Vuoi conoscere meglio il Regime Forfettario?

Regime Forfettario 2020

La prima guida che ti spiega il Nuovo Regime Forfettario anche se non capisci nulla di Fisco

Partita IVA DJ: Contributi Previdenziali

Non essendo l’obbligo l’iscrizione ad un Albo professionale, il DJ può iscriversi alla Gestione Separata INPS e iniziare a versare i contributi previdenziali per maturare il diritto alla pensione di vecchiaia.

La Gestione Separata INPS, al contrario ad esempio della Gestione Commercianti o Artigiani INPS, non prevede alcun costo fisso annuale! I Contributi da versare infatti, verranno calcolati in percentuale sulla’ utile prodotto. In assenza di fatturato quindi non sarà necessario versare Contributi INPS.

La percentuale di Contributi INPS in Gestione Separata è pari al 25,72%, anche in questo caso verrà calcolata solo sul 67% dei ricavi percepiti

Costi Commercialista Partita IVA DJ

Se vuoi aprire Partita IVA per DJ ti invito a scoprire il mio Servizio di Contabilità online a te dedicato.

Ho sviluppato un Servizio di Contabilità Online specializzato nel Regime Forfettario, mi occuperò di tutto ciò di cui si occupa un Commercialista “classico” con il vantaggio di poter lavorare da remoto e di assisterti 24 ore su 24.

Nello specifico tramite il mio Servizio di Contabilità mi occuperò di:

  • Aprire la tua Partita IVA
  • Gestire la tua Contabilità
  • Compilare ed inviare la tua Dichiarazione dei Redditi
  • Offrirti tutta la mia Assistenza 365 giorni l’anno

Se ancora non dovessi fidarti, ti consiglio di leggere le Recensioni dei miei clienti.

Il costo di tutto ciò sarà di soli 39 Euro al mese, già comprensivi di IVA, che potrai pagare scegliendo tra tre tipi di piani di Abbonamento: trimestrale, semestrale o annuale.

Le mie interessanti tariffe prevedono la scelta di un piano di abbonamento:

  • trimestrale 117 euro (39 euro al mese),
  • semestrale 217 euro (36 euro al mese),
  • annuale 397 euro (33 euro al mese).

Se ancora non ti fidi, ti consiglio di leggere le Recensioni dei miei clienti.

Se dovessi avere qualsiasi altro dubbio sulla Partita IVA per animatori o se volessi ricevere maggiori informazioni sul mio Servizio di Contabilità Online, richiedimi una Consulenza Gratuita! Ti basterà richiederla sul mio sito www.regime-forfettario.it compilando il form di contatto con tutti i tuoi dati, sarà io stesso a richiamarti entro qualche ora!

P.S. Esiste un gruppo Facebook creato da me, totalmente dedicato al Regime Forfettario. Se vorrai prendervi parte potrai iscriverti in qualsiasi momento, ti basterà cliccare qui 

A presto
Giampiero Teresi

Guarda il Video completo sul Regime Forfettario

Video Regime Forfettario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.