Avvocato? Come aprire una Partita IVA nel Regime Forfettario

Avvocato? Come aprire una Partita IVA nel Regime Forfettario. In questo articolo spiegherò perché è così conveniente aprire una Partita IVA nel Regime Forfettario. Analizzerò quante tasse pagherà un Avvocato anche con degli esempi pratici

Aprire una Partita IVA è sempre stata una scelta molto importante. Sono tanti i dubbi che attanagliano tutti gli Avvocati. Alcuni di questi dubbi però sono comuni a tutti: Quanto costa aprire una Partita IVA? Quante tasse pagherò? Esiste un metodo per risparmiare sulla tassazione?

Ho cercato dunque, con questo articolo, di fare chiarezza sul mondo della Partita IVA per Avvocati, cercando di calcolare anche con esempi pratici quante tasse pagherà un Avvocato sulle proprie fatture

Quanto costa aprire una Partita IVA?

Iniziamo subito con una bella notizia. Aprire una Partita IVA per un Avvocato è Gratis!

In verità anche mantenere aperta negli anni la tua Partita IVA sarà Gratis, non avrai alcun tipo di spese fisse (se non quelle delle tasse se fatturerai!)

Per comunicare dunque l’ inizio della propria attività bisogna compilare il modello AA9\12 scaricabile direttamente dal sito dell’ Agenzia delle Entrate.

Il modello AA90/12 è formato da 4 pagine, ed è necessario analizzarlo e compilarlo con cura, anche perché un semplice errore potrebbe portare all’ annullamento dello stesso. I tempi di apertura sono immediati, l’ Agenzia delle Entrate ti comunicherà all’ istante il tuo numero di Partita IVA, e potrai immediatamente emettere le tue fatture dal giorno stesso in cui ti verrà rilasciato il tuo numero di Partita IVA

Uno dei campi più importanti del modello AA9/12 è la scelta dell’ attività svolta, con conseguente Codice ATECO. E’ importantissimo scegliere il Codice ATECO corretto, e soprattutto che faccia parte della categoria Professionisti, altrimenti la stessa Agenzia delle Entrate sarà impossibilitata ad aprire la tua Partita IVA

Nel caso degli Avvocati il Codice ATECO da inserire sarà il 69.10.10 Attività degli Studi Legali

Altra scelta importante da non dover sbagliare sarà il quadro della scelta del Regime Fiscale. Ogni Regime Fiscale è contraddistinto da un numero progressivo, e la scelta di un regime piuttosto che di un altro, porterà obblighi e scadenze diverse. Vedremo tra poco quale Regime Fiscale scegliere

E’ possibile aprire la Partita IVA in modo retroattivo fino a 30 giorni prima senza incorrere in alcuna sanzione. In verità, in caso di particolari necessità, è possibile aprire la Partita IVA anche più indietro nel calendario, ma in questo caso si incorre in sanzione (circa 400 euro, ridotte a circa 50 euro se pagate subito)

Ti sembra complicato tutto ciò? Hai paura di sbagliare e di incorrere in inutili sanzioni? Posso aiutarti nell’ apertura della Partita IVA, basta richiedere una Consulenza Gratuita qui www.regime-forfettario.it oppure chiamarmi al Numero Verde 800 129 746

Regime Forfettario Consulenza Gratuita

Quale Regime Fiscale scegliere?

La scelta del Regime Fiscale a mio avviso è la scelta più importante da prendere. Sintetizzando possiamo dire che esistono 2 tipi di Regime Fiscale tra cui scegliere:

  • Regime Fiscale Ordinario o Semplificato
  • Regime Fiscale Forfettario

I 2 Regimi differiscono sotto diversi punti. Innanzitutto hanno una percentuale di tassazione diversa, hanno dei limiti di fatturato annuale diversi, hanno obblighi fiscali diversi

Il Regime Forfettario è ideale per tutti quegli Avvocati che fattureranno da 0 a 30.000 Euro annuali perché permetterebbe loro di risparmiare migliaia di Euro in tasse. Voglio adesso parlarti di tutti i suoi Vantaggi, e poi paragonarlo al Regime Ordinario o Semplificato

Regime Forfettario, come funziona e quali sono i suoi Vantaggi

Il Regime Forfettario è in vigore dal 1 Gennaio 2015, anche se è stato rivoluzionato definitivamente il 1 Gennaio 2016 e succede al Regime dei mMinimi, andato definitivamente in pensione nel 2015

Partiamo subito dai Vantaggi analizzandoli poi uno per uno

  • Non ha IVA
  • Ha le tasse più basse
  • Non avrai Ritenuta d’ Acconto
  • Contabilità Semplificata

Andiamo per gradi:

E’ ESENTE IVA – Esattamente, il Regime Forfettario è esente IVA. Significa che, in questo Regime, un Avvocato non dovrà aggiungere il 22% di IVA in più nelle sue fatture. Il risultato sarà che l’ Avvocato in questione risulterà essere molto più competitivo rispetto ai suoi concorrenti che dovranno emettere fatture con IVA e quindi costeranno il 22% in più ai clienti. Essere esente IVA esonererà l’ Avvocato anche dall’ obbligo di effettuare la dichiarazione IVA trimestrale e la dichiarazione IVA annuale. Un po’ di rotture in meno, insomma!

HA LA TASSAZIONE PIU’ BASSA – Vero, il Regime Forfettario ha le tasse più basse d’ Italia (ed anche d’ Europa!). Un Avvocato che deciderà di aprire la proprio Partita IVA con questo Regime Fiscale pagherà una tassazione IRPEF (detta Imposta Sostitutiva) pari al 5% (per i primi 5 anni, dal sesto anno diventerà 15%) sul proprio Reddito Netto. Sarà esente inoltre dal pagamento dell’IRAP (un altro 3,9% risparmiato). Nessun Regime Fiscale ha le tasse così basse. Immagina che il Regime Ordinario (come tutti gli altri regimi) paga le tasse secondo gli scaglioni IRPEF. Bene, il primo scaglione IRPEF per redditi da 0 a 18.000 Euro è pari al 23%. Ma questo lo analizzeremo nello specifico con un esempio in seguito

E’ ESENTE RITENUTA D’ACCONTO – Il Regime Forfettario, oltre ad essere esente IVA, è esente anche dalla fastidiosissima Ritenuta d’ Acconto. Fino ad ora tutti gli Avvocati, sia titolari di Partita IVA sia coloro che hanno lavorato con Prestazione Occasionale, hanno dovuto inserire una Ritenuta d’Acconto del 20% sul compenso lordo delle loro fatture. In pratica, con la Ritenuta d’ Acconto, su una fattura di 100 Euro, un Avvocato ne riceve soltanto 80 e 20 Euro vengono trattenuti dal cliente finale e versati allo Stato tramite Modello F24 come anticipazione delle tasse dell’ Avvocato stesso
Bene, con il Regime Forfettario non si dovrà inserire nessuna Ritenuta d’ Acconto. Ne consegue che la fattura da 100 Euro riportata prima come esempio, in questo caso verrebbe incassata totalmente dal’ Avvocato, senza quindi nessuna Ritenuta

SEMPLIFICAZIONI CONTABILI – Oltre ai grandi vantaggi economici, il Regime Forfettario ha tante semplificazioni contabili. Abbiamo visto prima che questo Regime Fiscale è esente IVA  e dunque esente Comunicazione IVA trimestrale ed annuale. Stessa cosa per gli Studi di Settore, sarà esente anche da questa comunicazione fiscale. Inoltre non ci sarà più l’ obbligo di registrazione di fatture e corrispettivi, ma rimane obbligatoria solo la loro conservazione e numerazione. Niente più elenchi Clienti/Fornitori. Tante, ma tante rotture in meno!

La vita però non è tutta rose e fiori. Il Regime Forfettario ha numerosi Vantaggi ma ha anche qualche Obbligo da rispettare.

L’ obbligo più importante è non superare i 30.000 Euro di fatturato annuo.

E se un Avvocato dovesse superare il fatturato lordo di 30.000 Euro annuali cosa accadrà?

In questo caso dobbiamo analizzare 2 differenti ipotesi:

  • Se un Avvocato dovesse fatturare in un anno dai 30.000 ai 45.000 Euro sarà costretto ad uscire dal Regime Forfettario l’ anno successivo (e convergerà nel Regime Ordinario o Semplificato, quello con l’ IVA per intenderci)
  • Se un Avvocato dovesse fatturare oltre 45.000 Euro annui è un casino! Sarà in questo caso obbligato ad uscire dal Regime Forfettario nello stesso anno, con l’ obbligo di rettificare tutte le fatture già emesse, inserendo l’ IVA nelle stesse, e sarà costretto ad  inviarle nuovamente ai suoi clienti (sperando che questi ultimi non l’ abbiano già portata in contabilità!)

Note bene: se hai la possibilità di superare i 45.000 Euro di Fatturato in un anno NON APRIRE ASSOLUTAMENTE Il Regime Forfettario!

Un’ altro obbligo da rispettare per avere la possibilità di accedere al Regime Forfettario è non aver fatturato, o non aver percepito compensi da lavoro dipendente superiori a 30.000 Euro nell’ anno precedente

Quanto risparmia un Avvocato che aderisce al Regime Forfettario piuttosto che al Regime Ordinario?

E’ arrivato il momento quindi di paragonare le tasse che pagherebbe un Avvocato con le tasse che pagherebbe lo stesso Avvocato nel Regime Ordinario o Semplificato

Ipotizziamo in entrambi i casi un fatturato lordo, compreso IVA e comprensivo del Contributo Oggettivo della Cassa Previdenza Avvocati (CPA) pari a 30.000 Euro (limite quindi del Regime Forfettario). Per semplicità ipotizziamo che le spese (i costi aziendali) in entrambi i Regimi siano uguali, e pari a 5.500 Euro (costi di cancelleria, spostamenti, pranzi fuori ecc.)

Regime Ordinario o Semplificato –  Per calcolare l’ effettivo Reddito Netto di un Avvocato nel Regime Ordinario o Semplificato il primo passaggio da compiere sarà quello di scorporare l’ IVA dal suo fatturato di 30.000 Euro che sarà pari ad Euro 5.410. L’ IVA rappresenta però un’ imposta di giro e può essere compensata dalla’ Avvocato con un’ eventuale IVA spesa per acquisti. Eventuale IVA in eccesso dovrà però essere versata allo Stato entro il 16 del mese successivo

L’ imponibile sarà quindi uguale a 25.590 Euro. Da questo dovremmo sottrarre adesso il 4% di CPA che sarà pari a 1.023 Euro. Totale 24.567 Euro. Da questo imponibile dovremo adesso sottrarre i nostri Costi Aziendali pari quindi a 5.500 Euro. Il nuovo Imponibile sarà quindi pari a 19.067 Euro

Per poter calcolare la tassazione IRPEF è necessario sapere che questa dovrà essere applicata secondo gli scaglioni IRPEF

Per semplicità analizziamo solo i primi 2 scaglioni IRPEF che sono gli unici che ci interesseranno

  • Il primo scaglione per redditi da 0 a 15.000 Euro è pari al 23% di tassazione
  • il secondo scaglione per redditi da 15.001 a 28.000 Euro è pari al 27% di tassazione

Siamo quindi pronti per calcolare i nostri contributi IRPEF nel Regime Ordinario o Semplificato

Sul reddito di 24.567 i primi 15.000 Euro verranno tassati al 23% e quindi pari a 3.450 Euro. La parte eccedente, e cioè 4.067 (19.067- 15.000 Euro) sarà tassata al 27% e quindi pari a 1.098 Euro

La tassazione complessiva IRPEF sarà quindi pari a 4.548 Euro 

Il Reddito Netto (cioè materialmente quello che rimarrebbe in tasca al povero Avvocato) sarà quindi pari a 13.519 Euro (30.000 – 5.410 iva – 1.023 CPA – 5.500 costi – 4.548 IRPEF)

Regime Forfettario – Per calcolare l’ effettivo Reddito Netto in questo Regime questa volta non avremo bisogno di sottrarre l’ IVA al nostro fatturato, in quanto questo Regime è esente IVA

Calcoliamo dunque anche questa volta il Contributo Oggettivo della Cassa Previdenza Avvocati che sarà pari anche questa volta al 4%. Totale 1.200 Euro

Il Nostro Imponibile quindi sarà pari a 28.800 Euro. Su questo Imponibile dobbiamo adesso sottrarre i Costi Aziendali. Nell’ esempio di prima i costi erano pari a 5.500 Euro. Nel Regime Forfettario i Costi Aziendali saranno invece pari al 22% del fatturato (valido per i Professionisti)

I nostri Costi Aziendali Forfettari quindi saranno pari al 22% di 28.800 Euro e quindi pari a 6.336 Euro

Il Reddito Netto su cui calcolare la tassazione sarà quindi pari a 22.464 Euro

Su questo Imponibile quindi siamo pronti a calcolare la nostra tassazione IRPEF che chiameremo Imposta Sostitutiva. Questa sarà pari al 5% per i primi 5 anni, aumenterà al 15% dal sesto anno in poi. La tassazione quindi sarà pari a 1.123 Euro (il 5% di 22.464 Euro)

Il Reddito Netto (cioè materialmente quello che rimarrebbe in tasca ad un Avvocato nel Regime Forfettario) sarà quindi pari a 22.177 Euro (30.000 – 1.200 CPA – 5.500 costi – 1.123 IRPEF)

Come puoi facilmente notare la differenza tra i 2 Regimi Fiscali è davvero tanta

  • Con il Regime Ordinario il Reddito Netto dell’ Avvocato sarà pari a 13.519
  • Con il Regime Forfettario il Reddito Netto dell’ Avvocato sarà pari a 22.177

In questo esempio, con il Regime Forfettario l’ Avvocato avrà ben 8.658 Euro in più!

Quanto costerà la Cassa Forense

Come avrai avuto modo di notare non ho inserito negli esempi il costo annuale della Cassa Forense obbligatoria per tutti gli Avvocati. La decisione di non inserire questi contributi è data dal fatto che questi ultimi non influiranno sui risultati degli esempi dei Regimi Fiscali. I contributi della Cassa Previdenza Avvocati (contributo Soggettivo + contributo Oggettivo) saranno infatti uguali a prescindere dal Regime Fiscale scelto

I contributi differiscono però in base al numero di anni di iscrizione alla Cassa Forense (per i primi 5 anni di iscrizione ad esempio in Contributo Soggettivo sarà pari a circa 800 Euro). Mi limito in questo caso ad invitarti a consultare la Cassa Forense al sito www.cassaforense.it

Piccola parentesi: da pochissimi giorni ho pubblicato il mio primo libro.

Si chiama Regime Forfettario 2019 ed è un manuale che ti spiegherà tutto ciò che devi necessariamente sapere prima di aprire la tua Partita IVA. Ti spiegherò anche come risparmiare migliaia di Euro in tasse ogni anno. È in vendita esclusivamente su Amazon sia in versione cartacea (14,90 Euro) sia in versione Ebook (9,90 Euro)

Vuoi conoscere meglio il Regime Forfettario?

Regime Forfettario 2019

La prima guida che ti spiega il Nuovo Regime Forfettario anche se non capisci nulla di Fisco

+100 recensioni di lettori entusiasti.
Il libro che ti insegna tutto quello che devi sapere sul Regime Forfettario.

Quanto costerà un Commercialista nel Regime Forfettario?

I Commercialisti per la gestione di un Avvocato nel Regime Forfettario hanno una parcella che va dai 1.000 ai 1.200 Euro annui

Oggi però voglio mostrarti il mio servizio di Contabilità. Sono un Commercialista specializzato esclusivamente nel Regime Forfettario e ho sviluppato un servizio di Consulenza Online.
Posso aprire la tua Partita IVA, tenere la tua Contabilità ed inviare la tua Dichiarazione Fiscale. Naturalmente ti offrirò un servizio di Assistenza 365 giorni l’ anno (non chiamarmi a Natale però 😀 )

Il canone di tutto ciò sarà di soli 39 Euro al mese.

Ti invito dunque a richiedere una Consulenza Gratuita direttamente sul mio sito www.regime-forfettario.it
Ti richiamerò entro 12 ore ed analizzerò la tua situazione fiscale

Regime Forfettario Consulenza Gratuita

Pps. Ho anche un Gruppo su Facebook dove cerco di chiarire i vari dubbi fiscali dei Professionisti, Commercianti e Artigiani. Se vuoi iscriviti pure, cercherò di rispondere anche alle tue domande
https://www.facebook.com/groups/tuocommercialistaonline.it/

Spero di esserti stato utile con questo articolo, e ti invito a contattarmi per qualsiasi dubbio

A presto
Giampiero Teresi

Guarda il Video completo sul Regime Forfettario 

Video Regime Forfettario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.