FAQ Prestazione occasionale o Regime Forfettario: qual è più conveniente nel 2019?

Quante volte ti sei posto il quesito se sia più conveniente la prestazione occasionale o il regime forfettario? Scommetto tantissime volte.

Non è forse così? Ma quali sono le differenze intercorrenti tra le due fiscalità? Quali sono i vantaggi e gli svantaggi ascrivibili alla prestazione occasionale 2019? Quali sono i pro ed i contro del Regime Forfettario 2019? Se vuoi intraprendere una professione da freelancer o da Libero Professionista devi assolutamente valutare l’opzione tra prestazione occasionale e contratto a Partita IVA Forfettaria.

Se hai dubbi e hai poca dimestichezza con la disciplina tributaria, continua a leggere questa guida per trovare le risposte ai tuoi dubbi.

Cosa significa essere lavoratore autonomo?

Il lavoro da dipendente non ti appaga? Ti senti insoddisfatto e poco realizzato? Spicca il volo! Intraprendi la professione da freelancer o da Libero Professionista.

Devi sapere che essere lavoratori autonomi non è una mera “scappatoia” e non è neppure un “ripiego”.

La crisi del mercato occupazionale e la difficoltà a trovare il posto fisso hanno portato moltissimi giovani e over 40enni ad intraprendere un lavoro da autonomi e a valutare la possibilità di aprire la Partita IVA.

Essere liberi professionisti o freelancer o avviare una start up significa avere un’attività di lavoro autonomo.

Indipendenza, libertà di organizzazione e responsabilità sono le principali caratteristiche e vantaggi che spingono la maggior parte delle persone a svolgere un lavoro autonomo.

Anche tu se stai valutando la possibilità di lavorare per conto tuo, dovrai scegliere il giusto regime fiscale perché non potrai lavorare con prestazione occasionale a lungo.

O almeno potrai lavorare a prestazione occasionale inizialmente, ma poi con l’incremento del giro d’affari e con l’aumento del numero di clienti, dovrai necessariamente valutare la possibilità di aprire la Partita IVA Forfettaria.

Se i liberi professionisti hanno un’attività prevalentemente intellettuale, le ditte individuali hanno una prevalenza del lavoro manuale o commerciale.

Cosa significa lavorare con prestazione occasionale?

Ai sensi dell’articolo 2222 Codice Civile il lavoratore autonomo occasionale è colui che “si obbliga a compiere, dietro corrispettivo, un’opera o un servizio con lavoro prevalentemente proprio, senza vincoli di subordinazione, né di potere di coordinamento del committente ed in via del tutto occasionale”.

Lavorare con la prestazione occasionale è il contratto più adeguato per retribuire le attività occasionali e non continuative, a patto che non esista alcun vincolo di subordinazione.

La collaborazione occasionale saltuaria è adatta per chi è alla prime armi e per chi collabora sporadicamente.

Le precise regole che devono assolutamente essere rispettate sono ascrivibili alle seguenti:

  • non superare i 5.000€ di ricavi annui altrimenti dovrai iscriverti alla Gestione Separata INPS e versare i tuoi contributi;
  • non superare i 30 giorni di collaborazione con lo stesso committente;
  • non pubblicizzare l’attività.

Se superi i 5.000 euro devi aprire Partita IVA?

Assolutamente no. Sfatiamo il falso mito! Non esistono limiti superati i quali è necessaria l’apertura della Partita IVA.

Il tetto dei 5.000 euro rappresenta la soglia di esenzione dal versamento della Gestione Separata INPS.

La Prestazione occasionale non è assolutamente un’alternativa alla Partita IVA e non rappresenta una soluzione “smart” per svolgere attività professionali in autonomia.

La Prestazione occasionale è adatta a coloro che collaborano SPORADICAMENTE.

Ad esempio, un lavoratore dipendente che ripara il pc del vicino di casa può lavorare con la prestazione occasionale.

Nel caso in cui l’attività professionale diventi ABITUALE è necessario procedere all’apertura di Partita IVA.

Il lavoratore dipendente che ripara i pc tutti i week end deve aprire la Partita IVA in quanto l’attività professionale svolta è abituale.

Prestazione occasionale: chi versa le tasse?

Se lavori a prestazione occasionale non dovrai preoccuparti di versare le tasse in autonomia, ma sarà il tuo committente a versare le tasse.

Tu che presti il lavoro occasionale dovrai presentare una ricevuta di prestazione occasionale con ritenuta d’acconto del 20% e con imposta di bollo se il compenso supera i 77,47€.

Una volta ricevuta la notula di prestazione occasionale il committente dovrà versare il compenso concordato e versare per conto del professionista l’importo della ritenuta d’acconto del 20% all’Erario tramite il modello F24 entro il 16 del mese successivo alla data della ricevuta.

Come aprire Partita IVA Forfettaria 2019?

Se il tuo sogno nel cassetto è diventare un freelancer o un Libero Professionista dovrai necessariamente aprire la Partita IVA Forfettaria.

È l’opzione più conveniente per coloro che hanno il desiderio di avviare un’attività in proprio.

Dovrai necessariamente adempiere agli obblighi fiscali e previdenziali.

Aprire la Partita IVA Forfettaria per l’anno 2019 consente ad ogni lavoratore autonomo di risparmiare le tasse e di spendere solo il 5% del tuo fatturato annuo in tasse nei primi cinque anni di attività e del 15% negli anni successivi.

Per procedere all’apertura della stessa affidati ad un Commercialista, il quale provvederà a consegnare per tuo conto la documentazione necessaria.

Per quanto concerne le tempistiche non ti preoccupare: aprire la Partita IVA Forfettaria è un’operazione immediata, smart e veloce

E, soprattutto, non comporta alcun aggravio di costi.

Ti sembra tutto molto complicato? Se dovessi avere bisogno di aiuto posso offrirti una Consulenza Gratuita. Ti basterà richiederla sul mio sito www.regime-forfettario.it compilando il form di contatti con tutti i tuoi dati. Sarò io stesso a richiamarti telefonicamente entro qualche ora e cercherò di chiarire tutti i tuoi dubbi.

Partita IVA Forfettaria 2019: quali sono i requisiti necessari?

Devi sapere che dal primo gennaio 2019 i requisiti necessari per procedere all’apertura della Partita IVA Forfettaria sono stati modificati.

L’unico requisito necessario da rispettare per rimanere nel Regime Forfettario 2019 è non superare i 65.000 euro annui di fatturato.

Quali sono i vantaggi per le P.IVA Forfettarie?

Devi sapere che lavorare con Partita IVA Forfettaria ti consente di beneficiare dei seguenti vantaggi:

  • contabilità semplificata,
  • esenzione fattura elettronica,
  • nessuna ritenuta d’acconto,
  • esclusione dall’IRAP e dagli studi di settore/parametri,
  • flat tax al 5% (per i primi 5 anni di attività) e al 15%,
  • indetraibilità dell’IVA sugli acquisti con conseguente esonero dalle liquidazioni/versamenti periodici IVA.

Piccola parentesi: da pochissimi giorni ho pubblicato il mio secondo libro.

Si chiama Regime Forfettario 2019 ed è un manuale che ti spiegherà tutto ciò che devi necessariamente sapere prima di aprire la tua Partita IVA. Ti spiegherò anche come risparmiare migliaia di Euro in tasse ogni anno. È in vendita esclusivamente su Amazon sia in versione cartacea (14,90 Euro) sia in versione Ebook (9,90 Euro)

Vuoi conoscere meglio il Regime Forfettario?

Regime Forfettario 2019

La prima guida che ti spiega il Nuovo Regime Forfettario anche se non capisci nulla di Fisco

+100 recensioni di lettori entusiasti.
Il libro che ti insegna tutto quello che devi sapere sul Regime Forfettario.

Quanto costa il Commercialista per le Partite IVA Forfettarie?

Devi sapere che un “classico” studio di Commercialisti, per la gestione di un Contribuente titolare di una Partita IVA nel Regime Forfettario, comporta un esborso annuale di circa 1000/1200 euro.

Adesso però voglio parlarti del mio Servizio d Contabilità Online che sono sicuro troverai molto conveniente.

Il costo del mio servizio di contabilità online sarà di soli 39 Euro al mese, già comprensivi di IVA, che potrai pagare scegliendo tra 3 tipi di Abbonamento di Consulenza: trimestrale, semestrale o annuale.

Perché dovresti scegliere il mio servizio di contabilità online?

Mi presento, mi chiamo Giampiero Teresi e per primo in Italia nel 2014 ho creato un Servizio di Contabilità Online specializzato nel Regime Fofettario. Mi occupo di tutto ciò di cui si occupa un Commercialista “classico” con il vantaggio di lavorare copertamente da remoto. Non sarà mai necessaria la presenza fisica!

Nello specifico mi occuperò di:

  • Aprire la tua Partita IVA
  • Gestire la tua Contabilità
  • Compilare ed inviare la tua Dichiarazione dei Redditi
  • Offrirti tutta la mia Assistenza 365 giorni l’ anno.

Il costo di tutto ciò sarà di soli 39 Euro al mese, già comprensivi di IVA, che potrai pagare scegliendo tra 3 tipi di Abbonamento: trimestrale, semestrale o annuale.

Se dovessi avere qualsiasi altro dubbio sui Minimali INPS nel Regime Fofettario o se volessi ricevere maggiori informazioni sul mio Servizio di Contabilità Online, richiedimi una Consulenza Gratuita! Ti basterà richiederla sul mio sito www.regime-forfettario.it compilando il form di contatto con tutti i tuoi dati, sarà io stesso a richiamarti entro qualche ora!

P.S. Esiste un gruppo Facebook creato da me, totalmente dedicato al Regime Forfettario. Se vorrai prendervi parte potrai iscriverti in qualsiasi momento, ti basterà cliccare qui 

A presto
Giampiero Teresi

Guarda il Video completo sul Regime Forfettario

Video Regime Forfettario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.