Partita IVA da tecnico ortopedico: come aprirla a condizioni vantaggiose

Scopri come iniziare a svolgere questo tipo di attività in proprio godendo di numerose agevolazioni

Mettersi in proprio in Italia senza avere alcuna base in materia fiscale equivale a partecipare a una gara dei cento metri con le stampelle. Il sistema fiscale italiano è complesso e macchinoso, e aprire Partita IVA senza avere un’idea chiara delle norme a cui dovrai attenerti ti espone al rischio di incorrere in svariate difficoltà. Nel giro di poco tempo, potresti ritrovarti a dover rinunciare a parte del tuo stipendio per pagare multe, tasse e debiti.

Per tua fortuna, prendendo le giuste decisioni, potrai avviare la tua attività di tecnico ortopedico in proprio in totale sicurezza. Non solo: potrai risparmiare molti soldi.

In questo articolo ti spiegherò come si apre la Partita IVA e qual è la soluzione più conveniente per avere meno spese e meno burocrazia.

Partita IVA da tecnico ortopedico: come si apre?

Nel settore sanitario esistono svariate opportunità lavorative, inclusa quella del tecnico ortopedico. Se ti sei formato per diventare un realizzatore di dispositivi medici e hai già maturato un’esperienza lavorativa da dipendente, è possibile che tu voglia svolgere questa professione in proprio.

Magari hai messo a frutto le competenze acquisite durante la tua formazione fino a raggiungere un livello molto alto e, adesso, desideri collaborare con diverse strutture sanitarie pubbliche e private in maniera autonoma, sganciandoti dai limiti (economici e temporali) del lavoro subordinato. Beh, in tal caso dovrai obbligatoriamente aprire la Partita IVA.

Allora, sei determinata/o a fare questo passo e ad avviare la tua attività di tecnico ortopedico? Bene, ecco come dovresti muoverti.

Prima di tutto, però, voglio darti un consiglio: prima di prendere qualunque decisione definitiva e procedere spedita/o all’apertura di una Partita IVA online, richiedi una consulenza a un professionista della fiscalità. Rivolgerti a un commercialista ti servirà non solo a conoscere le varie implicazioni del possesso di una Partita IVA ma anche a effettuare le giuste mosse in fase di avvio.

Per iniziare a svolgere questa professione in proprio dovrai richiedere il tuo numero di Partita IVA all’Agenzia delle Entrate. La procedura per farlo è semplice: ti basterà scaricare l’apposito modulo da Internet (il modello AA9/12), compilarlo in tutti i suoi campi e inoltrarlo all’ente in via telematica, tramite raccomandata o recandoti personalmente nell’ufficio territoriale più vicino.

L’operazione è gratuita e, nel giro di pochi giorni, riceverai il tuo numero di Partita IVA.

La decisione più importante che dovrai prendere in fase di compilazione del modulo è quella relativa alla scelta del regime fiscale da adottare; se ne hai la possibilità, ti consiglio di optare per il regime forfettario. Ora ti spiego perché.

Leggi anche: Barman con Partita IVA: perché adottare il regime forfettario

Aprire la Partita IVA da tecnico ortopedico nel regime forfettario: i principali vantaggi

Ad oggi, la Partita IVA a regime forfettario è la scelta più conveniente per operare in proprio, specialmente nella fase iniziale. Prima di esporti i benefici ai quali avrai accesso con questo tipo di inquadramento, però, una premessa è doverosa: per accedere ai numerosi vantaggi del regime agevolato dovrai essere in possesso di una serie di requisiti, il più importante dei quali è il rispetto del limite di fatturato annuo di 65.000 €.

Se avrai le carte in regola per adottare il regime forfettario potrai sfruttare diverse agevolazioni fiscali e semplificazioni gestionali. Una delle più importanti è senza dubbio l’esenzione dall’IVA. Proprio così: aprendo una Partita IVA forfettaria non dovrai applicare l’imposta sul valore aggiunto alle tue fatture, non dovrai effettuare i versamenti per le liquidazioni periodiche né inviare la dichiarazione annuale.

Oltre a questo enorme vantaggio, potrai usufruire anche di altri benefici:

  • l’esenzione dalla ritenuta d’acconto;
  • l’esonero dall’obbligo di fatturazione elettronica;
  • l’esonero dallo spesometro, dal modello ISEE e dagli studi di settore;
  • l’esenzione dal pagamento dell’IRAP;
  • l’esonero dalla registrazione delle fatture e dei corrispettivi;
  • l’esenzione dalle addizionali comunali e regionali.

Hai idea di quante seccature burocratiche ti risparmierai? Per non parlare della quantità di denaro che resterà nelle tue tasche anziché finire in quelle dello Stato. A tal proposito, devo informarti che i vantaggi del regime forfettario non finiscono qui. Nelle prossime righe, infatti, ti parlerò dell’argomento che interessa maggiormente ai possessori di Partita IVA.

Piccola parentesi: potrebbe interessarti il mio nuovo libro.

Si intitola Regime Forfettario 2020 ed è un manuale che ti spiegherà tutto ciò che devi necessariamente sapere prima di aprire la tua Partita IVA. Ti svelerò anche in che modo potresti risparmiare migliaia di euro in tasse ogni anno. È in vendita esclusivamente su Amazon sia in versione cartacea (15,50 €) sia in versione e-book (9,90 €)

Vuoi conoscere meglio il Regime Forfettario?

Regime Forfettario 2020

La prima guida che ti spiega il Nuovo Regime Forfettario anche se non capisci nulla di Fisco

Quante tasse e contributi paga un tecnico ortopedico con Partita IVA forfettaria

Scommetto che non vedevi l’ora di arrivare a questo punto. Beh, per me è lo stesso; quando si parla di tassazione in relazione al regime forfettario, il mio entusiasmo sale alle stelle. E sono sicuro che, a breve, a te accadrà la stessa cosa.

Come forse già sai, nei regimi fiscali tradizionali (ordinario e semplificato) le imposte vengono versate in base al reddito e ci si deve attenere agli scaglioni IRPEF, che hanno aliquote che vanno dal 23% al 43%. Ora, scordati tutto questo, perché nel regime forfettario godrai della tassazione più bassa d’Italia, con un’aliquota sostitutiva fissa del 15% a prescindere dal reddito, riducibile addirittura al 5% per i primi cinque anni di attività in caso di nuova apertura.

Non c’è trucco e non c’è inganno! È proprio così.

Inoltre, a differenza degli altri regimi fiscali, non dovrai dedurre i costi aziendali perché il calcolo dell’imponibile avviene in base al coefficiente di redditività assegnato al tuo codice ATECO. Nel tuo caso, per il codice 86.90.29, è previsto un coefficiente del 78%. Ciò significa che, per conoscere il fatturato lordo su cui dovrai pagare le tasse, dovrai eseguire un semplice calcolo: moltiplicare l’importo del tuo fatturato totale per il tuo coefficiente di redditività.

In merito ai contributi pensionistici, devi sapere che la professione di tecnico ortopedico ha un albo di riferimento ma non una cassa previdenziale. Pertanto, per pagare i tuoi contributi, dovrai iscriverti alla gestione separata INPS, che prevede un versamento pari al 25,98% del tuo fatturato lordo.

L’aspetto più conveniente di questo modello contributivo è che, al contrario di altre casse previdenziali, non prevede quote fisse. Verserai sempre e solo in base a quanto fatturerai.

Leggi anche: Stilista con Partita IVA: questa la soluzione più conveniente

Per concludere

In questo articolo ti ho spiegato in maniera chiara e sintetica come si apre la Partita IVA da tecnico ortopedico e ti ho esposto i vantaggi che acquisiresti adottando il regime forfettario.

L’opportunità di usufruire di questi benefici ha stimolato il tuo interesse e vorresti avere maggiori informazioni su questo regime fiscale? Perfetto, non devi fare altro che contattarmi per richiedere una consulenza gratuita.

Da diversi anni offro un servizio di consulenza fiscale e contabile dedicato esclusivamente a chi opera con Partita IVA forfettaria e conosco ogni segreto di questo regime fiscale.

Compila il Form di Contatto sul mio sito internet www.regime-forfettario.it. Sarò io stesso a richiamarti nel giro di qualche ora per chiarire qualsiasi dubbio (tariffe comprese).

Richiedi-Consuelnza-Gratuita

Ti ricordo che, per qualsiasi tipo di considerazione, hai la possibilità di commentare questo articolo.

P.S. Ho anche creato un Gruppo di discussione Facebook riguardante il Regime Forfettario; se vuoi iscriverti, non devi fare altro che cliccare qui.

A presto
Giampiero Teresi

Guarda il Video completo sul Regime Forfettario

Video Regime Forfettario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.