Partita IVA senza iscrizione Camera di Commercio

Chi ha la Partita IVA deve iscriversi necessariamente alla Camera di Commercio? Quali sono gli obblighi della Partita IVA senza iscrizione alla Camera di Commercio? Si tratta dei due più ricorrenti quesiti che ci si pone quando si desidera mettersi in proprio e aprire la Partita IVA.

La maggior parte dei Freelancer o dei lavoratori autonomi teme di compiere il grande passo e di aprire la Partita IVA, in quanto comporta dei costi fissi notevoli. Ma, è proprio così?

Si tratta di un falso mito da sfatare. Per il corrente anno 2019 per lavorare in proprio è possibile valutare l’apertura di una Partita IVA Forfettaria.

Per quanto riguarda i costi della Camera di Commercio, si dovranno pagare bolli e diritti di segreteria nella pratica di avvio dell’attività ComUnica, ma di solito l’ammontare delle spese non eccede i 60 euro, per una ditta individuale.

Inoltre, si dovrà pagare ogni anno il diritto camerale annuale, che può essere dovuto in misura fissa (la base è pari a 53 euro per le ditte individuali), oppure in base al fatturato ed al numero di unità locali.

Ma, chi ha la Partita IVA deve necessariamente iscriversi alla Camera di Commercio e sostenere il pagamento di queste spese? Quali sono le attività da Libero Professionista o da lavoratore autonomo che sono esonerate? Scopriamolo in questa guida dedicata.

Ma i Soggetti in obbligo di iscrizione in Camera di Commercio dovranno soprattutto iscriversi alla Gestione Commercianti o Artigiani INPS che obbligherà i Contribuenti ad un versamento minimale di circa 3.600 Euro annuali. Ecco qui elencati i costi fissi della Camera di Commercio

Camera di Commercio: che funzioni espleta?

Prima di capire se lavorare in proprio con il contratto di Partita IVA comporta necessariamente l’iscrizione alla Camera di Commercio ed il sostenimento di costi fissi annuali, è necessario sapere quali sono le funzioni svolte dalla Camera di Commercio sul territorio.

La Camera di Commercio è un ente autonomo di diritto pubblico, che espleta funzioni di promozione, amministrative e di supporto all’attività economica territoriale.

L’attività più rilevante è la tenuta del Registro delle imprese, un elenco al quale sono obbligate ad iscriversi tutte le imprese per motivi di trasparenza e di governo.

Si tratta dell’anagrafe di tutte le imprese presenti in Italia dove sono riportate le informazioni societarie di ciascun’impresa relative ai soci, patrimonio, amministratori, eventi aziendali, etc. Il Registro delle imprese si divide in due sezioni: ordinaria e speciale.

Oltre a questa attività, ogni Camera di Commercio espleta le seguenti funzioni:

  • amministrative attribuite per legge o delegate dallo Stato o dalle Regioni: gestione di un completo e affidabile sistema di informazione commerciale; tenuta di registri, elenchi, albi e adempimenti burocratici connessi;
  • promozionali ovvero iniziative differenti finalizzate a sostenere l’economia del territorio ed il sistema delle imprese, come i bandi per l’assegnazione di contributi, oltre all’espletamento di attività svolte a mezzo di aziende speciali costituite per svolgere servizi ad elevata competenza specialistica;
  • regolazione del mercato: partecipazione a conferenze di servizi, vigilanza contro la concorrenza sleale, istituzione di camere arbitrali, di sportelli di conciliazione, costituzione di parte civile nei processi per reati contro l’economia, promozione di contratti tipo per categorie omogenee di attività.

Partita IVA senza iscrizione Camera di Commercio: chi è obbligato e chi è escluso?

Sono obbligati ad iscriversi alla sezione ordinaria del Registro delle imprese presso la Camera di commercio:

  • le società di persone;
  • le società di capitali;
  • gli imprenditori commerciali;
  • le società cooperative;
  • i consorzi con attività esterna;
  • le società consortili.

Sono invece obbligati ad iscriversi alla sezione speciale del Registro delle imprese presso la Camera di commercio:

  • le imprese artigiane iscritte all’Albo delle imprese artigiane,
  • gli imprenditori agricoli (persone fisiche e persone giuridiche),
  • le società semplici,
  • i piccoli imprenditori commerciali e coltivatori diretti.

Partita IVA senza iscrizione Camera di Commercio: i Liberi Professionisti sono obbligati?

Hai 40 anni e sei un Libero Professionista? Stai valutando la possibilità di aprire la Partita IVA e non sai se devi iscriverti anche alla Camera di Commercio? Non essendo imprenditore, i Liberi Professionisti con cassa NON devono iscriversi alla Camera di commercio.

Anche tutti i Liberi professionisti “senza cassa”, iscritti quindi alla Gestione Separata INPS sono esentati dal’ obbligo di iscriversi in Camera di Commercio.

Tutti questi Professionisti non saranno quindi tenuti al pagamento della quota fissa di INPS di circa 3.600 Euro annuali, potranno infatti pagare i propri Contributi INPS in percentuale sul fatturato prodotto.

Pertanto, devi solo aprire la Partita IVA e NON devi inviare la pratica di avvio attività ComUnica.

Inoltre, sei tenuto ad iscriverti all’Albo ed alla Cassa professionale (Architetto, Medico, Ingegnere, Veterinario, Psicologo, etc.) se esistenti, altrimenti, se sei Freelancer senza Cassa devi iscriverti alla gestione separata dell’INPS.

Partita IVA senza iscrizione Camera di Commercio: quanto risparmi?

Come chiarito se sei un Libero Professionista e non svolgi attività d’impresa e non avvii Start Up, puoi risparmiare i costi che l’iscrizione alla Camera di Commercio comporta sia in sede di avvio attività, che di mantenimento durante l’anno.

Pertanto, lavorando in proprio con contratto di Partita, potrai evitare il sostenimento dei seguenti costi:

  • versamento di una tassa di concessione governativa, dei diritti di segreteria e di un’imposta di bollo in sede d’iscrizione,
  • il diritto annuale, il quale varia in base alla sede della Camera di commercio e può essere dovuto in misura fissa o variabile, a seconda del fatturato e del numero di unità locali.
  • la quota minimale di Contributi INPS alla Gestione Commercianti o Artigiani.

Ti sembra tutto molto complicato? Se dovessi avere bisogno di aiuto posso offrirti una Consulenza Gratuita. Ti basterà richiederla sul mio sito www.regime-forfettario.it compilando il form di contatti con tutti i tuoi dati. Sarò io stesso a richiamarti telefonicamente entro qualche ora e cercherò di chiarire tutti i tuoi dubbi.

Partita IVA senza iscrizione Camera di Commercio: quali sono gli altri Costi da sostenere?

Ma, allora, quali sono gli altri costi che dovrai sostenere se apri la Partita IVA senza iscrizione alla Camera di Commercio? Devi sapere che dovrai sostenere i costi del Commercialista che ti seguirà passo dopo passo: dalla fase di apertura della P.IVA (assolutamente gratuita), alla gestione degli adempimenti fiscali e previdenziali previsti per chi lavora con questa tipologia di contratto.

Ma, quali sono le tariffe? Devi sapere che se apri la conveniente Partita IVA Forfettaria, puoi risparmiare sia in termini di tassazione che di costi del Commercialista. A tale proposito, ti invito a controllare le mie Tariffe!

Partita IVA Forfettaria senza iscrizione Camera di Commercio

Come anticipato, per il corrente anno 2019 ti consiglio di valutare la convenienza derivante dall’apertura della Partita IVA Forfettaria.

Per optare questo Regime Fiscale dovrai rispettare l’unico requisito richiesto dalla normativa vigente: non devi eccedere i 65.000 euro di fatturato annuo.

Ecco i vantaggi derivanti dall’apertura della Partita IVA Forfettaria senza iscrizione Camera di Commercio:

Piccola parentesi: da pochissimi giorni ho pubblicato il mio secondo libro.

Si chiama Regime Forfettario 2019 ed è un manuale che ti spiegherà tutto ciò che devi necessariamente sapere prima di aprire la tua Partita IVA. Ti spiegherò anche come risparmiare migliaia di Euro in tasse ogni anno. È in vendita esclusivamente su Amazon sia in versione cartacea (14,90 Euro) sia in versione Ebook (9,90 Euro)

Vuoi conoscere meglio il Regime Forfettario?

Regime Forfettario 2020

La prima guida che ti spiega il Nuovo Regime Forfettario anche se non capisci nulla di Fisco

Se dovessi avere qualsiasi altro dubbio sull’apertura della Partita IVA senza iscrizione alla Camera di Commercio o se volessi ricevere maggiori informazioni sul mio Servizio di Contabilità Online, richiedimi una Consulenza Gratuita! Ti basterà richiederla sul mio sito www.regime-forfettario.it compilando il form di contatto con tutti i tuoi dati, sarà io stesso a richiamarti entro qualche ora!

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è RICHIEDI-LA-TUACONSULENZA-GRATUITA-1-1-2.jpg

P.S. Esiste un gruppo Facebook creato da me, totalmente dedicato al Regime Forfettario. Se vorrai prendervi parte potrai iscriverti in qualsiasi momento, ti basterà cliccare qui 

A presto
Giampiero Teresi

Guarda il Video completo sul Regime Forfettario

Video Regime Forfettario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.