Cosa comporta aprire una Partita IVA?

Cosa comporta aprire una Partita IVA? Quali sono le conseguenze e gli adempimenti che devono essere assolti una volta aperta la Partita IVA? Quali sono i rischi derivanti dal contratto di Partita IVA? Quanto costa aprire la P.IVA? Sono tantissimi i quesiti ed i dubbi che ogni lavoratore autonomo o Freelancer si pone prima di fare il grande passo.

In fin dei conti, non possiamo negare il fatto che trovare un posto “fisso” sia un vero miraggio e sono molti i giovani e gli over 40enni che decidono di realizzare un sogno nel cassetto e iniziare a lavorare in proprio.  

Ma, allora, cosa comporta aprire la Partita IVA? È davvero un’opportunità? Quali sono i rischi e la tassazione derivanti dal lavorare in autonomia? Continua a leggere questa guida e scopri quali sono i vantaggi e gli svantaggi derivanti dall’apertura della P.IVA.

Cosa comporta aprire Partita IVA: vantaggi

Lavorare con la Partita IVA è davvero un’opportunità interessante, specialmente per chi è alla ricerca di un proprio sbocco lavorativo e non riesce a trovare sul mercato del lavoro una professione che lo appaghi veramente.

Lavorare con il contratto di Partita IVA non deve essere concepito come un ripiego o un’opportunità di serie B, anzi, aprire una Partita IVA comporta la possibilità di concretizzare un’idea di business e di coltivare un sogno nel cassetto.

L’apertura della P.IVA comporta un vero e proprio vantaggio per chi desidera avviare una ditta individuale o una start up.

È una vera e propria necessità per i Liberi Professionisti che lavorano in autonomia ed offrono un servizio di Consulenza a vari committenti e clienti, inoltre, l’apertura della Partita IVA rappresenta un’opportunità per i lavoratori dipendenti che desiderano mettersi in proprio.

Sono davvero tanti i cambiamenti a cui si va incontro una volta che si decide di aprire la Partita IVA. Quali sono? Eccoli di seguito elencati.

Iscrizione al Registro delle imprese

Tutti coloro che desiderano iniziare un’ Attività di Commercio o di Artigianato devono sapere che l’apertura della Partita IVA comporta la necessità di registrarsi presso il Registro delle Imprese, quindi presso la Camera di Commercio del proprio Comune.

Anche i Liberi Professionisti sono tenuti a registrarsi in uno degli albi (Avvocatimedici, notai, commercialisti, veterinari, ingegneri, architetti e molte figure professionali con Cassa lavorano con Contratto di Partita IVA).

Sarà quindi molto importante cercare di prestare la massima attenzione a questi particolari dettagli, i quali risultano essere fondamentali ed essenziali.

Per questo, è importante farsi assistere da un Commercialista di fiducia per evitare di commettere errori.

Professionisti e Cassa previdenziale

Con l’apertura della Partita IVA, ogni Libero Professionista, Freelancer (inclusi i nomadi digitali) e gli imprenditori titolari di un’attività di impresa devono effettuare i versamenti all’INPS o alle altre casse previdenziali.

Bisogna adempiere agli obblighi contributivi e pensare al proprio futuro fin da subito, senza che vi possano essere complicazioni future.

Per questo, è bene mettersi in regola fin da subito onde evitare di incorrere in sanzioni ed evitare una vasta serie di conseguenze negative che, a lungo andare, potrebbero avere un impatto negativo sul proprio futuro lavorativo.

Ad esempio, tutti professionisti iscritti regolamentate da un Albo Professionale (Architetto, Medico, Ingegnere, Notaio, etc.) devono versare i propri Contributi ai fini Previdenziali obbligatoriamente alla propria Cassa autonoma.

La maggior parte degli Albi Professionali utilizza una Contribuzione “mista”, formata da un Contributo Soggettivo fisso ed un Contributo Integrativo in percentuale sul fatturato prodotto. Per maggiori informazioni, ti consiglio di leggere questa guida dedicata.

Per coloro che non sono iscritti ad un albo professionale, ma svolgono l’attività di Freelancer (Social Media Manager, Copywriter, youtuber, instagrammer, designer, fotografo, videomaker, stilista, guide turistiche ed alpine, amministratori di condominio, fisioterapista, organizzatori di eventi, PR, etc..), l’ordinamento italiano ha istituito la Gestione Separata INPS – sezione professionisti.

I contributi INPS per le Partite IVA Forfettarie per i liberi Professionisti iscritti alla Gestione Separata INPS si calcolano esclusivamente a percentuale. Se il lavoratore non matura redditi paga 0.

Ciò significa che il versamento sarà proporzionale a quanto incassato nell’anno di riferimento, senza quote fisse.

Ma dinanzi a questo vantaggio, i Professionisti (senza cassa) con Partita IVA Forfettaria che si iscrivono alla Gestione Separata non possono beneficiare della riduzione del 35% sui contributi previdenziali prevista invece per Commercianti ed Artigiani.

Il calcolo dei contributi previdenziali che i liberi professionisti senza cassa sono tenuti a versare avviene sulla base del reddito imponibile: coefficiente redditività pari a 78% e aliquota contributiva del 25,72%.

Ti sembra tutto molto complicato? Se dovessi avere bisogno di aiuto posso offrirti una Consulenza Gratuita. Ti basterà richiederla sul mio sito www.regime-forfettario.it compilando il form di contatti con tutti i tuoi dati. Sarò io stesso a richiamarti telefonicamente entro qualche ora e cercherò di chiarire tutti i tuoi dubbi.

Per i Commercianti, l’apertura della Partita IVA comporta l’obbligo di iscriversi alla Gestione Commercianti ed Artigiani INPS, che prevede il versamento di contributi previdenziali in percentuale sia fissa che variabile.

La quota fissa per i contributi INPS da versare indipendentemente dal reddito è pari a circa 3.700 euro.

Le scadenze rateali sono quattro:  

  • 16 maggio
  • 20 agosto
  • 16 novembre
  • 16 febbraio

Nel caso in cui il reddito superi la soglia minima di 15.710 euro, si dovrà versare anche una quota ulteriore, calcolata a percentuale sulla somma eccedente.

Le aliquote per i commercianti sono pari a:

  • 24,09% per chi ha più di 21 anni;
  • 21,09% per gli under 21.

Per i Forfettari, i contributi previdenziali possono essere ridotti del 35%, presentando apposita richiesta.

Anche per gli Artigiani come per i Commercianti, l’apertura della Partita IVA comporta l’obbligo di versare i contributi INPS che vengono ripartiti tra fissi e variabili.

L’ammontare della quota fissa da versare è la stessa di quella dei Commercianti. Variano le aliquote per la parte variabile in base al reddito:

  • 21% per gli under 21;
  • 24% per chi ha più di 21 anni.

Benefici ed agevolazioni Partite IVA

L’apertura della Partita IVA consente ai Liberi Professionisti, Lavoratori Autonomi e Imprenditori di beneficiare di qualche agevolazione per quanto riguarda i versamenti.

Le agevolazioni per le piccole partite IVA riguardano non solo il fronte fiscale, ma anche quello previdenziale: riduzione dei contributi INPS del 35% anche nel 2019 per gli artigiani e i commercianti.

Inoltre, l’apertura della Partita IVA Forfettaria 2019 consente di contare sulla Flat Tax al 15% (5% nei primi 5 anni di attività) e sulle ulteriori agevolazioni previste, tra cui i bonus per le assunzioni.

Potranno beneficiare della tassazione Flat coloro che non supereranno il limite di 65.000 euro di ricavi o compensi annui.

Fino al 31 dicembre 2018 tale limite andava da un minimo di 25.000 euro ad un massimo di 50.000 euro ed era differenziato in base all’attività esercitata (Codice ATECO).

La nuova Legge di Bilancio 2019 ha eliminato:

  • il limite di 20.000 euro relativo al costo per beni strumentali,
  • il limite di 30.000 euro relativo al reddito da lavoro dipendente percepito;
  • il limite di 5.000 euro relativo alle spese per lavoro accessorio, lavoro dipendente e per compensi erogati a collaboratori, anche assunti per esecuzione di progetti.

Per maggiori informazioni, ti invito a leggere la mia guida sul Regime Forfettario 2019.

Piccola parentesi: da pochissimi giorni ho pubblicato il mio secondo libro.

Si chiama Regime Forfettario 2019 ed è un manuale che ti spiegherà tutto ciò che devi necessariamente sapere prima di aprire la tua Partita IVA. Ti spiegherò anche come risparmiare migliaia di Euro in tasse ogni anno. È in vendita esclusivamente su Amazon sia in versione cartacea (14,90 Euro) sia in versione Ebook (9,90 Euro)

Vuoi conoscere meglio il Regime Forfettario?

Regime Forfettario 2020

La prima guida che ti spiega il Nuovo Regime Forfettario anche se non capisci nulla di Fisco

Costi Commercialista Partita IVA 2019

Quali costi comporta l’apertura della Partita IVA? Oltre agli adempimenti fiscali e contributivi, è necessario valutare attentamente anche i costi del Commercialista.

Di solito un Commercialista “classico” per la gestione di un Contribuente titolare di una Partita IVA nel Regime Forfettario ha una tariffa media di 1.000-1.200 Euro annuali.

Adesso però voglio parlarti del mio Servizio di Contabilità Online. Al contrario di quasi tutti i Commercialisti ho deciso di specializzarmi solo ed esclusivamente nel Regime Forfettario e ad oggi vengo reputato uno dei massimi esperti in Italia.

Il mio Servizio di Contabilità è sviluppato completamente Online, e non sarà mai necessaria la presenza fisica. Tramite delle deleghe potrò infatti occuparmi di tutto, nello specifico mi occuperò per te di:

  • Aprire la tua Partita IVA
  • Inviare la tua Dichiarazione dei Redditi
  • Gestire la tua Contabilità
  • Offrirti la mia Assistenza Personale 365 giorni l’anno

Anche il costo del Servizio è molto più conveniente: ecco le mie tariffe trasparenti:

  • abbonamento trimestrale 117 euro (39 euro al mese),
  • abbonamento semestrale 217 euro (36 euro al mese),
  • abbonamento annuale 397 euro (33 euro al mese).

Se dovessi avere qualsiasi altro dubbio su cosa comporta aprire una Partita IVA o se volessi ricevere maggiori informazioni sul mio Servizio di Contabilità Online, richiedimi una Consulenza Gratuita! Ti basterà richiederla sul mio sito www.regime-forfettario.it compilando il form di contatto con tutti i tuoi dati, sarà io stesso a richiamarti entro qualche ora!

P.S. Esiste un gruppo Facebook creato da me, totalmente dedicato al Regime Forfettario. Se vorrai prendervi parte potrai iscriverti in qualsiasi momento, ti basterà cliccare qui 

A presto
Giampiero Teresi

Guarda il Video completo sul Regime Forfettario

Video Regime Forfettario

Ti aspetto!

Giampiero Teresi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi maggiori informazioni?
Prenota subito la tua
consulenza gratuita

Per offrire un servizio impeccabile ho deciso di limitare il numero massimo di clienti seguiti e sono vicino al limite.

Per questo motivo accetto solo
3 nuovi clienti ogni mese.

Se sei davvero interessato ti consiglio di contattarmi ora, per evitare attese.